Yamaha al lavoro su nuovi sistemi di sicurezza hi-tech

La casa di Iwata sta preparando una nuova e avanzata generazione di supporti al pilota, con tanto di inediti display “invisibili” dietro agli specchietti.

Il sito americano Cycle World ha scovato una richiesta di brevetto depositata da Yamaha in Giappone che anticipa una nuova serie di dispositivi volti ad aumentare il livello di sicurezza delle proprie motociclette.

Apparentemente, il colosso nipponico starebbe lavorando su un proprio sistema di rilevamenti tramite sensori e rilevatori radar che non sembrerebbe troppo dissimile da soluzioni già esplorate da altre case quali BMW Motorrad e Ducati, ma l’elemento che lo distingue da queste sarebbe il modo con cui le informazioni raccolte verrebbero comunicate al pilota: tramite “icone luminose” che appariranno sugli specchietti grazie a mini display posizionati dietro la superficie riflettente (e indicati dal n°41 nei disegni).

Nello specifico, le “icone” in questione – che assolverebbero la funzione di normali spie – includerebbero le segnalazioni di avviso per collisione imminente (in funzione della prossimità al veicolo seguito), per l’avvicinamento di mezzi d’emergenza in arrivo da dietro (ambulanze, auto della polizia), per i punti ciechi, per la velocità eccessiva e anche per le notifiche del cellulare.

Oltre a ciò ci sarebbe anche un sistema di comunicazione “vehicle-to-vehicle” (“da veicolo a veicolo”) per una tempestiva segnalazione di eventuali pericoli imminenti lungo il percorso (che i veicoli che precedono avrebbero già incontrato).

Nella documentazione avanzata per illustrare questi brevetti, Yamaha ha utilizzato i disegni della sua superbike YZF-R1, moto che già dispone di un’avanzata strumentazione TFT capace di fornire numerose informazioni ma che non avrebbe spazio per un ulteriore ingrandimento dello stesso in stile “automobilistico”.

In pratica, invece di rendere ancora più grande o più complesso quel cruscotto, la casa dei 3 diapason avrebbe quindi deciso di inserire dei display aggiuntivi dietro il vetro riflettente degli specchietti, “invisibili” in condizioni normali ma, all’occorrenza, in grado di generare grandi icone lampeggianti e immediatamente riconoscibili.

Secondo quanto anticipato da Cycle World, il sistema sarebbe anche piuttosto versatile: a seconda dell’urgenza dell’allarme, potrebbe attivare il display di uno o di entrambi i retrovisori oltre a selezionare colori e livelli di luminosità e intermittenza diversi. Inoltre ci sono delle strisce LED nel bordo superiore dello specchietto per richiamare con maggiore efficacia l’attenzione del pilota (indicate negli sketches con il n°42).

Ora resta solo da vedere tra quanto tempo questo nuovo pacchetto di dispositivi Yamaha, per ora ancora senza nome, sarà effettivamente introdotto sui modelli di produzione…

 

 

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni dal mondo delle due ruote con le ultime indiscrezioni, le interviste dei dirigenti, le tendenze del mercato, i rumors, le novità dei saloni moto.

Tutto su Anticipazioni →