L’elettrica RevoNEX di Kymco avrà l’ABS

La documentazione per l’omologazione dell’attesa naked elettrica taiwanese rivela nuovi e significativi dettagli sulla sua architettura tecnica.

E’ ormai da qualche anno che si parla con insistenza della Kymco RevoNEX, filante naked elettrica dell’affermata casa taiwanese presentata in forma di concept al Salone EICMA 2019, ma ora sembra che la sua entrata in produzione – inizialmente prevista per il 2021 ma poi rallentata dalle conseguenze dell’emergenza pandemica – sia davvero e finalmente in “dirittura d’arrivo”.

E non si tratta di una notizia di secondo piano per l’Italia, visto che a fine 2020 la stessa Kymco (nella persona di Ke Shengfeng, presidente del Gruppo Gwangyang a cui fa capo) aveva annunciato l’intenzione di produrre il modello proprio nel Bel Paese e di fregiarlo della dicitura “Made in Italy”. Al tempo sembrava che la cosa fosse quasi imminente, ma a tutt’oggi non è stato ufficializzato quale impianto o quale partner si dovrebbe far carico dell’operazione.

L’ultima notizia riguardante la RevoNEX proviene dal britannico VisorDown che, citando alcuni sketches a corredo della richiesta di omologazione del modello originariamente pubblicati da Super Moto 8, ha confermato la presenza di un sistema ABS, ‘assenza’ che si era notata non poco quando furono rilasciati i primi dettagli del concept. La relativa centralina, come mostrato dai disegni, prenderebbe quindi posto nella parte anteriore della moto.

Per il resto non rimane che attenersi a quanto (poco) già anticipato: la RevoNEX sarà a propulsione elettrica al 100%, con un motore singolarmente accoppiato a un cambio a 6 rapporti e a un generatore di rumore artificiale (l’Active Acoustic Motor) in grado di spingerla verso i 200 km/h di velocità massima. Già dichiarato inoltre il dato dell’accelerazione da 0 a 100 km/h di soli 3,9 secondi.

 

La moto avrà inoltre 4 diverse modalità di guida (‘Silent’, ‘Normal’, ‘Sport’ e ‘Racing’) per adattare al meglio il comportamento del suo power-train a seconda delle esigenze, mentre la ciclistica sarà di carattere premium, con sospensioni e freni forniti dall’ultra-affidabile accoppiata OhlinsBrembo.

La RevoNEX era nata come variante “naked” della supersportiva full-electric SuperNEX, precedentemente presentata in pompa magna a EICMA 2018 ma di cui, da allora, poco o nulla è più trapelato (tanto da lasciarci pensare che il progetto possa essere naufragato).  La RevoNEX, anche alla luce della documentazione qui presa in esame, sembrerebbe invece più prossima a prendere la via della produzione, ma – alla luce delle tante incognite ancora in essere – aspetteremo qualche aggiornamento più ‘concreto’ prima di esserne davvero sicuri.

Ultime notizie su Video

Video

Tutto su Video →