Passaggio di proprietà moto e scooter: costi e documenti

Quanto costa il passaggio di proprietà di una moto? E quali sono i documenti necessari? Ecco la nostra guida completa.

Acquistare una moto usata obbliga ad effettuare il passaggio di proprietà. Un cambio di titolarità del mezzo, dal venditore al nuovo acquirente.

È una procedura che cambia in base alla cilindrata del mezzo in questione. In particolare, se si tratta di un ciclomotore (quindi dalla cilindrata inferiore ai 50 cc) o di un motociclo (dalla cilindrata superiore ai 50 cc).

Passaggio di proprietà di un ciclomotore

Il passaggio di proprietà può essere effettuato presso un’agenzia o direttamente presso gli uffici della Motorizzazione Civile.

Per avviare le pratiche, è necessario che il venditore presenti i seguenti documenti:

  • libretto di circolazione del ciclomotore;
  • copia del documento di riconoscimento.

Dall’altra parte, l’acquirente dovrà presentare il modulo TT2118 (download dal Portale dell’Automobilista) e la solita copia del documento di identità.

La targa del ciclomotore rimane di proprietà del venditore, così sarà rilasciata una nuova targa per il nuovo proprietario.

I costi

Il costo totale del passaggio di proprietà di un ciclomotore, effettuato presso la Motorizzazione Civile, è di circa 56 euro.

  • 32 euro sono da versare sul bollettino postale 4028;
  • 13,58 euro sul bollettino 121012;
  • 10,20 euro sul bollettino postale 9001.

Quest’ultimo va versato solamente da chi non dispone di una targa personale. Se il passaggio di proprietà viene effettuato presso un’agenzia, bisogna aggiungere il costo delle commissioni.

Passaggio di proprietà di un motociclo

Il passaggio di proprietà per i motocicli può essere effettuato presso un’agenzia, in Motorizzazione Civile o presso gli uffici del PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

La richiesta va presentata dall’acquirente che deve munirsi dei seguenti documenti:

  • atto di vendita (con firma autenticata del venditore);
  • copia del libretto di circolazione e certificato di proprietà (o Documento Unico di Circolazione);
  • copia del documento d’identità;
  • codice fiscale (dell’acquirente e del venditore).

Il certificato di proprietà sarà ristampato con il nome del nuovo proprietario e sostituirà il vecchio. Il passaggio va registrato entro i 60 giorni dall’autentica della firma del venditore sull’atto di vendita (altrimenti viene applicata una mora per il ritardato pagamento).

I costi

I costi da sostenere per il passaggio di proprietà di un motociclo, effettuato in Motorizzazione Civile o al PRA, ammontano a circa 100 euro.

  • 32 euro da versare per l’imposta di bollo e la trascrizione al PRA;
  • 27 euro per emolumenti ACI;
  • 16 euro per l’imposta di bollo per l’aggiornamento del libretto;
  • 16 euro di marca da bollo per autenticare la firma;
  • 10,20 euro sono i diritti DTT (Dipartimento Trasporti Terrestri).

Come abbiamo già visto nel caso dei ciclomotori, chi sceglie di procedere tramite agenzia, dovrà aggiungere a questi costi, quelli delle commissioni (per un totale di circa 150-200 euro).

Ultime notizie su Leggi e burocrazia

Leggi e burocrazia

Tutto su Leggi e burocrazia →