Quartararo trionfa in Portogallo: “Aggressivo fin dall’inizio!”

Il Campione del Mondo centra la prima vittoria del 2022 in Portogallo e si rilancia in classifica: “La cosa più importante per me è non arrendersi mai!”

Dopo un inizio di stagione 2022 piuttosto difficile – tra risultati non esaltanti in pista e insistenti rumors di mercato lontano da essa – il Campione del Mondo della MotoGP Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha) ha finalmente conquistato a Portimao la sua prima vittoria stagionale al termine di una prestazione maiuscola, che non ha lasciato scampo agli avversari.

Scattato dalla seconda fila dopo il quinto posto nelle qualifiche di ieri – anche se il suo miglior crono, da prima fila, gli era stato cancellato causa bandiera gialla – il francese della Yamaha ha subito conquistato la seconda posizione alle spalle di Joan Mir (Suzuki Ecstar) prima di infilare lo spagnolo già all’inizio del 4° giro e  poi involarsi praticamente indisturbato verso la vittoria del GP del Portogallo grazie a un passo semplicemente insostenibile per tutta la concorrenza.

La vittoria di Quartararo è quindi maturata secondo un copione messo già in mostra in passato nella classe regina, con il pilota di Nizza che sembrerebbe aver ritrovato un grande feeling con la YZR-M1 dopo averne precedentemente lamentato la mancanza di potenza nei confronti delle moto rivali. Il tanto atteso ritorno in Europa, quindi, è iniziato nel migliore dei modi per l’asso transalpino, che comunque resta di gran lunga il miglior pilota Yamaha nella Premier Class.

Particolare affatto trascurabile, il trionfo in Portogallo ha proiettato il francese in testa alla classifica del Mondiale Piloti, anche se in coabitazione con lo spagnolo Alex Rins (Suzuki Ecstar, quarto a Portimao). Dopo 5 gare, i due guidano la graduatoria a quota 69 punti, con 3 punti di vantaggio su Aleix Espargarò (Aprilia Racing, 3° nella gara di oggi) e 8 su Enea Bastianini (Gresini Ducati, caduto in Portogallo).

Quartararo : “Ho spinto fino al limite!”

Oltre a vincere con oltre 5″ di vantaggio sul connazionale Johann Zarco (Pramac Ducati), 2° classificato, “El Diablo” ha anche stabilito il nuovo giro record in gara a Portimao con 1:39.495, a conferma dell’eccezionalità di una prestazione che, come confermato dallo stesso Quartararo, lo ha impegnato a fondo:

“Ho ottenuto questa vittoria spingendomi fino al limite! Ad essere onesti, ho spinto così anche in Argentina e ad Austin, ma è soprattutto su questa pista che la nostra moto va particolarmente bene: il rettilineo non è troppo lungo e c’è tanto grip, il che vuol dire che siamo potuti tornare ad andare “a martello” [in termini di passo].”

“Oggi mi sono sentito subito benissimo, dal Warm-Up in poi. In gara ho fatto un’ottima partenza e ho voluto guidare in modo aggressivo fin dall’inizio, perché sapevo che, se fossimo rimasti dietro ai nostri rivali, avremmo fatto fatica qui. Ma invece ce l’abbiamo fatta! Sono super felice, perché finalmente mi sono preso la prima vittoria della stagione. La cosa più importante per me è non arrendersi mai, e lo è stato anche oggi.”

Ultime notizie su MotoGP

Tutto su MotoGP →