MotoAmerica, Danilo Petrucci cade a 280 km/h, ma i soccorsi non arrivano: “Sono stato più di 2 minuti sdraiato a terra”

Danilo Petrucci cade sul traguardo a 280 km/h, ma i soccorsi non arrivano: “Sono stato più di 2 minuti sdraiato a terra”.

Danilo Petrucci cade sul traguardo per evitare un avversario, nel finale di gara-2, del Campionato MotoAmerica, e non viene soccorso. La notizia è stata diffusa sui social dallo stesso pilota ex MotoGP, che ha pubblicato una serie di immagini abbastanza esplicative.

Danilo, stava per tagliare il traguardo in terza posizione, durante la seconda gara del weekend, quando si è trovato di fronte un avversario sul curvone finale, che stava affrontando alla velocità di 280 km/h. Per evitare il pilota, il ternano è finito fuoristrada, distruggendo tre cartelli degli sponsor, ma soprattutto procurandosi diverse ferite.

Quello che più ha fatto arrabbiare il ducatista, però, è il fatto che nessuno lo abbia soccorso: Danilo è rimasto a terra sentendo il frastuono delle altre moto che sopraggiungevano, prima di riuscire ad alzarsi per recarsi, a piedi, al centro medico.

Il racconto di Danilo

“Solo per informarvi, sono caduto a 280 km/h sulla linea del traguardo, che è su un curvone di sesta marcia piena, per evitare un mio avversario. Ho buttato giù tre pannelli pubblicitari, ho diverse abrasioni ed ematomi e un profondo taglio alla caviglia con cinque punti di sutura. Ho rotolato per oltre cento metri, una delle più brutte cadute della mia carriera. Sono stato più di 2 minuti sdraiato a terra col rumore delle moto che passavano affianco senza che nessuno mi aiutasse, fino a quando da solo mi sono alzato e sono andato a piedi al centro medico”.

Ancora in testa al Campionato

Con un quarto e un terzo posto ottenuti nel fine settimana al Virginia Raceway, Danilo Petrucci rimane ancora in testa alla classifica generale nel Campionato MotoAmerica.

Per il ternano, però, il ritorno al podio non è stato dei migliori.

Ultime notizie su Danilo Petrucci

Tutto su Danilo Petrucci →