Il sei volte Campione del Mondo SBK non ha la patente: l’assurdo caso di Jonathan Rea

Jonathan Rea non ha mai presto la patente per guidare la moto su strade aperte al pubblico. Eccolo alle prese con l’esame finale.

Sei volte Campione del Mondo in Superbike, ma niente patente per girare su strade aperte al pubblico. È l’assurdo caso di Jonathan Rea.

Il cannibale si ritroverà, a breve, a dover affrontare l’esame pratico della patente che gli permetterà di guidare la moto anche su strada. A quanto pare, il pilota Kawasaki teme molto quella prova: lo ha dichiarato nel video “I’m learning to ride a bike!“, caricato proprio sul suo canale YouTube.

Quel titolo, a dire la verità, sa un po’ di presa in giro: certamente, Rea non deve imparare a guidare una moto, ma è stato lo stesso pilota a dichiarare che non pensava che l’esame finale potesse essere così complesso. Inoltre, pedoni e auto sono elementi che in pista non esistono, e questo, per Rea, rende parecchio difficile la guida su strada.

Il nord-irlandese ha deciso di prendere la patente di guida lo scorso anno, durante il lockdown. Così, ha raccolto una serie di video, documentando i vari tentativi effettuati, seguito dall’istruttore di guida. Noi, siamo andati a curiosare sul suo canale YouTube, per vederlo in azione in sella alla Kawasaki Z650, in dotazione alle scuole guida, con tanto di telaietti di protezione e bauletto.

 

Ultime notizie su Superbike

Cronaca, live timing e live blogging della gare Campionato Mondiale Motul FIM Superbike 2019 riservato alle moto derivate dalla serie. Superbike 2019 - calendario 1- Australia – Phillip Island Grand Prix [...]

Tutto su Superbike →