BMW R 100 RT custom by Bolt Motor Co

L’affidabile quadricilindrica tedesca anni ’80 rinasce nelle aggressive linee di una brillante special semi-carenata grazie alla amorevoli cure di un customizer di Valencia.

Buona parte delle special sfornate da Bolt Motor Co è stata realizzata su base BMW Motorrad e questo spiega la particolare destrezza e maestria con cui l’officina di Valencia ha creato questa superba semi-carenata, nata sulla base di una ben meno eccitante BMW R 100 RT datata 1981.

Le prime attenzioni sono state dedicate al bicilindrico boxer da 980 cc raffreddato ad aria del modello, completamente ricostruito e pesantemente modificato con una nuova configurazione twin spark per la testata e nuovi kit cilindro che ne hanno elevato la cilindrata fino a 1.074 cc. Il motore ha inoltre ricevuto l’accensione elettronica, una frizione idraulica, un radiatore dell’olio addizionale ed ora respira tramite nuovi carburatori Mikuni e un nuovo sistema di scarico 2-in-1 con terminale Spark in titanio posizionato sotto la nuova coda.

Il telaietto posteriore è progettato per rimanere sospeso sopra la marmitta ed è carenato in fibra di carbonio con strati extra sottostanti per contenere il calore emesso. La sella è invece stata appositamente confezionata da uno specialista della zona. Una delle fasi più delicate del lavoro ha riguardato l’installazione di un forcellone monobraccio pressofuso proveniente da una R 1200 S, operazione che ha permesso di usare il cerchio posteriore dello stesso modello anche imposto la creazione di alcuni adattatori specifici per adattarlo alla trasmissione della R 100. A lavorare con lui è stato piazzato un ammortizzatore centrale della Hagon.

Anche la parte anteriore della moto è stata rivoluzionata in modo significativo. La ruota anteriore e relativa forcella Ohlins provengono infatti da una minacciosa Ducati Panigale 1299 e sono state montate utilizzando una versione modificata dell’apposito kit di conversione della stessa Bolt Motor Co per i modelli delle serie K e R di BMW. La frenata è invece delegata a pinze monoblocco Brembo M4 gestita da dischi da 330mm di diametro.

Tutta la parte elettrica è stata rifatta ricorrendo all’aiuto di uno specialista locale che ha anche confezionato un nuovo cablaggio, connesso tra le altre cose alla strumentazione Motogadget e ai comandi di Rebel Moto.

La fiammante semi-carenatura della moto è decisamente uno dei suoi tratti più distintivi, ma non è frutto di particolari sforzi: l’officina spagnola ha infatti acquistato una generica carenatura in fibra di vetro e l’ha poi modificata per adeguarla al progetto. Il serbatoio è quello originale, solo leggermente rialzato nella parte posteriore per accordarsi con le nuove linee e abbellito con loghi BMW in nero. Chiudono il quadro le eleganti pedane della Tarozzi.

Ultime notizie su Special

Special

Tutto su Special →