MotoGP, Rossi sulla R1, Zarco sulla Panigale V4, Rins sulla GSX-R1000R: i piloti tornano in pista

Valentino Rossi ha girato a Misano con una Yamaha R1, Johann Zarco con una Ducati Panigale V4, Alex Rins a Barcellona con la Suzuki GSX-R1000R. Perchè i piloti non utilizzano le MotoGP per allenarsi? Cerchiamo di capirlo

E dopo la bozza di calendario presentata da Dorna, negli scorsi giorni, i piloti della MotoGP sono corsi in pista per riprendere confidenza con le due ruote, accantonate a causa della pandemia che ha costretto al lockdown anche loro.

Con le tappe extra-europee in fortissimo dubbio, il calendario provvisorio prevede diversi doppi Gran Premi: sappiamo, infatti, che in America la pandemia continua a mietere vittime, mentre le tappe asiatiche, a causa dei costi proibitivi, non possono svolgersi a porte chiuse. Quindi, Misano e Jerez hanno aperto alla possibilità di gareggiare due volte, a distanza di una settimana.

Così, mentre Dorna cerca di rimettere insieme i pezzi per far ripartire il Motomondiale a luglio, i piloti si danno da fare sui tracciati già aperti. Ma un particolare lascia perplessi: i piloti si allenano con moto di serie e non con i prototipi da MotoGP. Valentino Rossi ha girato a Misano con una Yamaha R1, Johann Zarco con una Ducati Panigale V4, Alex Rins a Barcellona con la Suzuki GSX-R1000R. Perchè?

L'ipotesi più accreditata è quella dei costi di gestione della MotoGP: avere un team di tecnici sempre a disposizione o anche semplicemente mettere in moto un prototipo da competizione, pesa in maniera esagerata nelle tasche delle squadre. Se poi pensiamo che l'obbiettivo richiesto da Dorna è quello di contenere i costi, ecco che si preferisce l'allenamento su moto di serie. Parliamo pur sempre di supersportive che superano la soglia dei 200 cv, ma non sono certamente delle moto da gara.

E i simulatori come quelli utilizzati in Formula 1? Molto più difficile ricreare i movimenti, le reazioni della moto in maniera fedele... La fisica delle due ruote è un'altra storia, ai piloti serve una moto reale!

  • shares
  • Mail