Australia, Rea 6° nel Day-1: "Non ho feeling"

Il fuoriclasse nord-irlandese è colto di sorpresa dalla mancanza di grip della sua Kawasaki a Phillip Island: "Ma non siamo lontani dai primi."

Il weekend inaugurale del Mondiale Superbike 2020 è iniziato piuttosto in sordina per il Campione del Mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), solo 6° nella graduatoria dei tempi del Day-1 di Phillip Island a oltre mezzo secondo dal miglior crono di quello che dovrebbe essere suo principale sfidante per il titolo di quest'anno, l'inglese Scott Redding (Aruba.it Ducati).

Dopo la "due giorni" di test ufficiali di inizio settimana sullo stesso circuito, da lui chiusa davanti a tutti con la sua fedele Ninja ZX-10RR, il nord-irlandese della Kawasaki ha lavorato oggi sul miglioramento del suo passo-gara, provando il time-attack solo a fine pomeriggio.

La pioggia mattutina ha però mutato il livello di grip dell'asfalto australiano rispetto ai test di pochi giorni fa e questo ha colto di sorpresa il 6-volte-iridato, che non ne ha fatto mistero nelle sue dichiarazioni di fine giornata:

"Il set-up della moto era abbastanza simile a quello del test, ma oggi non mi sono sentito granché bene in sella nonostante i pochi cambiamenti. Abbiamo concentrato il lavoro sulle gomme che Pirelli ha portato qui, ottenendo esiti diversi tra le varie opzioni, alcuni positivi e altri negativi."

"Dobbiamo indagare un po' più a fondo i motivi per cui il nostro feeling non è stato così buono, anche se c'è chiaramente una certa mancanza di aderenza rispetto ai test."

"Domani mattina imposteremo il lavoro a seconda del livello di grip che troveremo, ma speriamo comunque di trovare un tracciato molto più 'gommato' rispetto a oggi anche per via dei turni in pista delle classi di supporto."

"La pista sarà probabilmente un po' diversa domani, ma le cose si fanno sempre difficili quando piove molto. Tuttavia, tutto sommato, credo che non siamo poi così lontani dai primi."

Il programma del sabato della Superbike in Australia inizierà con le FP3 del mattino e sarà seguito dalle qualifiche della Superpole e poi dall'attesissima Gara-1, di disputarsi sulla distanza di 22 giri e con partenza alle 5:00 di mattina ora italiana (clicca qui per orari e copertura televisiva).

  • shares
  • Mail