Il Fitness del motociclista (VIDEO)

Veronica Gullotta, personal trainer specializzata nella preparazione atletica di motociclisti professionisti ed amatori, ci guida verso le basi e i principi d’allenamento

Andare in moto implica capacità psichiche e fisiche particolari, sicuramente meno banali di quanto si possa immaginare. L’epoca in cui la preparazione fisica e mentale rivolta alla pratica del motociclismo sportivo, anche nel motomondiale, erano frutto di pura improvvisazione è finita da un pezzo… Oggi non esiste pilota professionista che non si avvalga di una figura specializzata e capace di sviluppare piani di allenamento specifici per sviluppare resistenza, elasticità e forza senza troppa massa muscolare.


Per l’aspetto psicologico è storia più recente la nascita della figura del mental coach, colui che lavora per estrarre il meglio in fatto di motivazione e forza di carattere, ma per ora ci soffermiamo sulla preparazione fisica del motociclista, nello specifico dell’amatore, colui che pratica il motociclismo, in pista come in fuoristrada, come puro divertimento magari senza particolare continuità e che, a differenza del professionista, potrebbe ignorare strumenti, metodi e lo sviluppo di una preparazione fisica adatta al proprio scopo.

Con l’arrivo della stagione invernale, vale quindi la pena dedicarsi ad un allenamento mirato e dedicato alla nostra passione, ma come fare? Per raggiungere l’obiettivo ci avvaliamo dell’esperienza di Veronica Gullotta, personal trainer specializzata nella preparazione atletica di motociclisti professionisti ed amatori che ci guiderà in questo percorso tematico con il fine di migliorare la nostra performance in moto, evitare traumi e contratture muscolari, dolori lombari, cervicali e delle articolazioni in genere.


1.


Esercizi per mobilità e flessibilità. Sono molto importanti per aumentare le capacità del nostro fisico di lavorare al meglio nelle condizioni tipiche della guida su due ruote che spesso sono “innaturali” per il nostro corpo. Si tratta di esercizi di stretching che riguardano i muscoli di gambe, schiena, avambracci e non solo.


2.


Workout

è la fase di riscaldamento, un Warm up cardio che serve per ossigenare il corpo e prepararlo allo sforzo fisico della prossima fase. Si compone di 32 tempi per ciascuno dei seguenti esercizi: skip (saltelli alzando le ginocchia), saltelli portando i talloni verso il gluteo, jumping jacks ovvero saltelli combinati con movimenti delle braccia e infine saltelli a piedi uniti, tutto ripetuto 3 volte.


3.


Fase centrale dell’allenamento. Serie di esercizi a circuito da ripetere per 3 o 5 giri con l’aiuto del TRX ovvero una cinghia d’allenamento che si aggancia alla parete. Squat al TRX 10rip più 15 secondi di isometria sollevando i talloni; Trazioni al TRX, 10 ripetizioni alternando gomiti stretti e larghi più 15 secondi di isometria con movimento destabilizzante. Plank con gomiti in appoggio su una Fitball scorrendo avanti e indietro sui gomiti per 10 volte. Infine i Burpees, ovvero un esercizio multi-articolare con cui si passa velocemente dalla posizione eretta a squat a plank, otto ripetizioni.


4.


È importante chiudere l’allenamento con una fase di stretching, volendo si possono ripetere alcuni esercizi della prima fase. In special modo è importante eseguire esercizi per allungare i muscoli delle gambe, quelli delle braccia e quelli che controllano la postura della colonna vertebrale.

Eseguire questa serie di esercizi con cadenza bi o tri-settimanale vi permetterà di migliorare sensibilmente la vostra attitudine a guidare la moto senza troppo affaticamento, diminuendo rischi di classiche cadute dovute alla stanchezza e al calo di concentrazione. Il rischio di contratture, strappi muscolari e dolori articolari potrà diminuire progressivamente a vantaggio del puro piacere di guidare le nostre amate moto, sia che si tratti di una scampagnata in compagnia, sia che si tratti di una sessione in pista con il coltello tra i denti.

Naturalmente dovete considerare questa linea guida come la prima bozza di un allenamento specifico per attività motociclistica; se desiderate approfondire il tema potete affidarvi ad un personal trainer purché di settore, diffidando dai tuttologhi. Noi di Motoblog ringraziamo di cuore Veronica Gullotta che si è prestata per far luce su questo argomento e vi invitiamo a seguirla sulla sua pagina Facebook Mx Fitness Training e… viva la moto!

  • shares
  • Mail