Honda: 400 milioni di moto prodotte!

Ennesima "pietra miliare" nella storia del colosso giapponese delle due ruote, esattamente 70 anni dopo il debutto della mitica Dream D-Type.

Il colosso giapponese Honda ha annunciato oggi una nuova "pietra miliare" nella sua storia, ovvero il raggiungimento dei 400 milioni di motociclette prodotte e livello globale a 70 anni dal lancio del suo primissimo modello, la Dream D-Type del 1949.

E' ormai da qualche decennio che la casa dell'Ala Dorata occupa il ruolo di maggior costruttore motociclistico del mondo ed è certamente interessante notare la progressione che l'ha portata a questo primato: Honda ha impiegato 48 anni per raggiungere il primo traguardo dei 100 milioni di moto prodotte, raggiunto nel 1997, ma poi ne sono bastati solo 11 per arrivare a quota 200 milioni, nel 2008, 6 per superare i 300 milioni, nel 2014, e quasi altrettanti per arrivare oggi ai celebrati 400 milioni di unità prodotte

Di questi, un quarto abbondante è stato "messo a referto" dal veicolo a motore più venduto al mondo, l'inossidabile Super Cub, che già nel 2017, da solo, aveva oltrepassato la storica soglia dei 100 milioni di unità prodotte. Allo stesso modo, è intrigante osservare come Honda abbia impiegato quasi 20 anni per raggiungere il traguardo dei primi 10 milioni di moto prodotte mentre oggi ne produce circa 20 milioni all'anno, "regime" raggiunto per la prima volta nel 2018.

Honda ha iniziato a produrre motocicli in Giappone nel 1948 e ha inaugurato il primo stabilimento estero in Belgio nel 1963. Da allora, il gigante nipponico ha continuamente ampliato la propria capacità produttiva arrivando a contare oggi 35 stabilimenti in 25 paesi diversi tra Europa - con l'Italia rappresentata dalla sede di Atessa (CH) - Asia, Africa, Nord America e Sud America.

Il 2019 è stato indubbiamente un buon anno per Honda, che ha lanciato tanti nuovi e apprezzati modelli per allargare la sua già sterminata gamma (specialmente la nuova Fireblade 2020), ha fatto incetta di titoli sportivi (inclusa la "Triple Crown" della MotoGP) e ha celebrato anche il 50° anniversario della oggi leggendaria Honda CB750 Four del 1969, "progenitrice" delle attuali superbike.

Nel dare l'annuncio, il CEO di Honda Motor Company Takahiro Hachigo ha ribadito l'impegno dell'azienda nel seguire la propria filosofia per "espandere il potenziale di vita delle persone":

"Per oltre 70 anni Honda ha offerto ai clienti di tutto il mondo motocicli che rendessero la loro vita più semplice e divertente. Il risultato di ciò è stato raggiungere l’incredibile traguardo di 400 milioni di unità prodotte in così poco tempo. E di questo voglio ringraziare tutti i nostri clienti e dipendenti coinvolti nello sviluppo, nella produzione, nella vendita e nell'assistenza di tutti i nostri prodotti."

"Continueremo ad impegnarci sempre al massimo per offrire motoveicoli che siano in grado di soddisfare i desideri e le esigenze delle persone."

70 anni di Honda - Le "pietre miliari"

1948 Fondazione Honda Motor Co, Ltd
1949 La prima moto Honda, la Dream D-Type, è in vendita
1958 Gli iconici Super Cub e Super Cub C100 si aggiungono alla gamma Honda
1959 Honda diventa il primo produttore al mondo di motoveicoli
1969 È in vendita la CB750, la prima 4 cilindri della storia ad essere prodotta su larga scala
1975 Fa il suo esordio sul mercato la GL1000 Gold Wing
1986 Prima apparizione per la XRV650 Africa Twin
1992 La CBR900RR FireBlade è in vendita per la prima volta
2009 La VFR1200F, la prima moto al mondo con cambio automatico a doppia frizione DCT è svelata al salone di Tokyo
2014 Honda Super Cub diventa il motoveicolo prodotto nel maggior numero di esemplari di tutti i tempi, con 87 milioni di unità vendute in 160 Paesi. Marc Marquez è il più giovane Campione del Mondo della Classe Regina, a soli 21 anni
2019 I motoveicoli con cambio DCT raggiungono le 100.000 unità vendute in Europa. Honda celebra il 25° titolo Costruttori della sua storia in Classe Regina e Marc Marquez è campione del mondo per l’ottava volta (quarta consecutiva in MotoGP)

  • shares
  • Mail