Can Öncü correrà nel Mondiale Supersport 600 con il Turkish Racing Team

Il 16enne turco prenderà parte alla middle class delle "derivate" con il Turkish Racing Team, sotto l'egida di Kenan Sofuoglu

Si allarga la compagine turca nel Mondiale delle derivate di serie: il 16enne Can Öncü, che quest'anno ha corso la prima stagione iridata in Moto3, farà nel 2020 il suo debutto nel Mondiale Supersport 600. Nativo di Alanya, il prossimo anno Öncü porterà in pista i colori del Turkish Racing Team, una nuova formazione che nasce dalla partnership tra Puccetti Racing, Orleac Racing e la Federazione Motociclistica Turca. Dietro all'operazione c'è ovviamente Kenan Sofuoglu, vera e propria leggenda della categoria che ora si dedica all'attività di manager e talent scout.

La carriera di Can è iniziata nel 2016 nella Idemitsu Asia Talent Cup: l'anno successivo la giovane promessa turca ha corso nella Red Bull Rookies Cup, conquistando il 4° posto finale grazie a tre successi in gara. La svolta arriva però alla fine del 2018, quando a soli 15 anni e 115 giorni il turco prende parte come wild card al Gran Premio conclusivo della stagione iridata: sotto la pioggia di Valencia Öncü vince la sua corsa di debutto, diventando così il pilota più giovane di sempre a vincere una gara del Motomondiale (precedentemente il primato apparteneva a Scott Redding). Per trovare una vittoria all'esordio assoluto nel Mondiale bisogna andare indietro fino al 1991, quando Noboru Ueada vinse a Suzuka in 125.

Con un Toprak Razgatlioglu in grandissima crescita in WSBK questo è l'ennesimo "colpaccio" della Turchia nelle competizioni iridate: il paese anatolico ha una grande trazione in World Supersport, un campionato dove vanta ben 5 titoli iridati e 43 vittorie (tutte di Kenan Soofuoglu).

“Sono davvero entusiasta di questa opportunità con il Turkish Racing Team con cui sarò in pista nel Campionato del Mondo Supersport" ha dichiarato Can dopo l'annuncio "Ringrazio Kenan Sofuoglu, Manuel Puccetti, la Federazione Motociclistica Turca e lo sponsor Red Bull che hanno contribuito a questo progetto. Non vedo l’ora di conoscere il mio team e soprattutto la moto dato che non ho mai guidato una 600. Per me sarà un’esperienza del tutto nuova, ma sono molto fiducioso dato che so di poter contare sull’aiuto e sull’esperienza di Sofuoglu, Puccetti e del mio team. Il mio obiettivo è quello di diventare il pilota più giovane di sempre a vincere un titolo Supersport. In questa prima stagione dovrò imparare molto prima di essere competitivo per lottare per il titolo mondiale nel 2021”.

  • shares
  • Mail