"Esame-Buriram" per Quartararo e Morbidelli

Entrambi i piloti del team Petronas SRT Yamaha confidano nel gran potenziale della M1 sul layout del Chang International Circuit.

A detta dei più, il moderno Chang International Circuit di Buriram, che questo fine settimana sarà teatro della seconda edizione del GP di Thailandia della MotoGP (clicca qui per orari e copertura TV), è un tracciato dalle caratteristiche piuttosto favorevoli alla Yamaha YZR-M1, prototipo che, come noto, eccelle particolarmente nel "misto" ma soffre i lunghi rettilinei.

Anche i piloti del team Petronas SRT Yamaha, il terribile rookie francese Fabio Quartararo e l'italiano Franco Morbidelli, sono decisamente di questo avviso, ed entrambi puntano a capitalizzare su questa affinità per cogliere i rispettivi obiettivi in terra tailandese.

Dopo il 5° posto nell'ultimo GP di Aragon, Fabio Quartararo proverà a battagliare di nuovo per il podio della MotoGP su un circuito dove la sua mancanza di esperienza in Premier Class non dovrebbe penalizzarlo come su altri tracciati:

"Penso che qui, per noi, le cose andranno un po' meglio rispetto ad Aragon, perché ci sono molte curve lunghe e poco veloci che si adattano piuttosto bene alla nostra moto. I piloti più esperti avranno meno vantaggi su questa pista in quanto è solo la seconda volta che ci corrono, quindi noi dovremo lavorare sodo per adattarci rapidamente e riuscire a dare del nostro meglio."

"Questo è uno dei miei periodi preferiti dell'anno, quello in cui si correranno le quattro gare in Asia e Australia, perché io amo viaggiare e poi avrò anche la possibilità di riposare un po' dopo la Thailandia."

Ad Aragon, il compagno di squadra Franco Morbidelli è invece stato incolpevolmente "abbattuto" dalla GSX-RR di Alex Rins (Ecstar Suzuki), che gli ha impedito di andare a caccia del terzo piazzamento consecutivo nella Top-5. Per questo, il 24enne romano della Yamaha andrà alla cerca di immediato riscatto:

"Mi piace il circuito di Buriram, l'anno scorso è stato un weekend positivo per me su questa pista. Qui dovremmo riuscire a sfruttare meglio i nostri punti di forza rispetto all'ultimo weekend, quindi proveremo a confermarci ancora ad un buon livello."

"In realtà eravamo piuttosto forti anche ad Aragon, ma purtroppo non abbiamo avuto la possibilità di dimostrarlo. Per questo speriamo di riuscire a sfruttare il nostro potenziale in questo weekend: l'obiettivo è quello di tornare di nuovo tra i primi cinque."

  • shares
  • Mail