Benelli Week 2019: chiuse le celebrazioni della casa del Leoncino

Molti i motociclisti che hanno partecipato al Benelli Day, la giornata conclusiva dell'evento riservata esclusivamente alle moto Benelli sia storiche che della nuova era...

Più di 3.000 motociclisti provenienti da tutto il mondo hanno celebrato la casa del Leoncino durante la Benelli Week 2019. Divenuta ormai una tradizione e un appuntamento irrinunciabile la manifestazione organizzata dal Registro Storico Benelli, Moto Club Benelli e Benelli QJ per celebrare il marchio di Pesaro e tutti i suoi fan.

Molti i motociclisti che hanno partecipato al Benelli Day, la giornata conclusiva dell'evento riservata esclusivamente alle moto Benelli sia storiche che della nuova era. Dopo aver deposto una corona d’alloro al monumento di Tonino Benelli un lungo serpentone di motociclette ha attraversato le strade cittadine per salire sulla strada Panoramica di Pesaro per raggiungere il borgo di Fiorenzuola di Focara dove si è tenuta una visita guidata per tutti i partecipanti.

Al sesto tornante della Panoramica, una gradita sorpresa, ben sette motociclette Benelli da Gran Premio messe a disposizione dal collezionista pesarese Luciano Battisti tra cui: la 500 cc con cui Mike Hailwood partecipò il GP di Monza nel 1968; le 350 cc e 500 cc di Jarno Saarinen; le 350 cc e le 250 cc di Renzo Pasolini e di Kel Carruthers, quest'ultimo presente in sella alla sua moto per festeggiare il 50° anniversario della vittoria del mondiale con la Benelli 250 4 cilindri. Infine, al termine della parata l'oramai immancabile "Rombo di Tuono" il momento in cui le Benelli da competizione hanno sprigionato tutto il loro sound. Appuntamento al prossimo anno.

  • shares
  • Mail