Moto3: Canet, un trionfo “mondiale”!

Bravo e di più Canet, terzo successo stagionale, che così si mette alle spalle i due ultimi round “sfigati” e che, soprattutto, riapre di forza il mondiale, adesso in classifica a soli due punti da Dalla Porta, deludente undicesimo

Moto3 Aragon: pole di Canet

No, non è Martin 2018 in pista oggi ad Aragon in Moto3 ma è Aron Canet che fa la stessa gara, imprendibile lepre dopo la splendida pole di ieri, trionfando alla fine con quasi cinque secondi di vantaggio sul guerriero Ogura a lingua fuori (+4.581) e su un Foggia con gli artigli acuminati (+4.663) al suo secondo podio in carriera, davanti a una masnada di inferociti inseguitori: McPhee, Lopez, Suzuki, Garcia, Arenas, Rodrigo.

Bravo e di più Canet, terzo successo stagionale, che così si mette alle spalle i due ultimi round “sfigati”, da zero punti, con la falciata subita a Silverstone e con i guai al motore di Misano e che, soprattutto, riapre di forza il mondiale, adesso in classifica a soli due punti da Lorenzo Dalla Porta, deludente, penalizzato da decimo a undicesimo per una sanzione dopo l’uscita di pista all’ultimo giro. Decima posizione presa quindi a tavolino da Tony Arbolino, velocissimo all’inizio ma poi via via retrocesso per evidenti problemi alla sua moto. Comunque, un bel guaio per i nostri due “giovani leoni”, gli unici in lizza per questo Mondiale che, oltre che combattuto, resta aperto con davanti ancora cinque round.

Avevamo scritto ieri che non ci sarebbe stato oggi una corsa con un trenino unico. Così è stato. Anzi, i trenini sono stati tre, anche se, a dire il vero, davanti c’è stato, in fuga, Canet, una locomotiva senza alcun vagone al traino. Quindi una corsa anzi due, forse di più in questa bollente Moto3 di Aragon che ha nel ritrovato Canet l’indisturbato trionfatore, superbo maestro di cerimonia con Dalla Porta, adesso, che non deve farsi intimorire dall’ombra oramai sul collo del pilota di Max Biaggi e con Arbolino, cui nei prossimi round non servono certo tatticismi ma corse con la bainotta in canna. SE non si fosse ancora capito, Aragon rivoluziona la classifica. Lorenzo Dalla Porta perde in un sol colpo qualcosa come 20 punti! Il pilota pratese guida ancora con 184 punti ma Canet gli è addosso: 182. Arbolino resta terzo, con 155 punti. L’affare si arroventa ancor di più.

  • shares
  • Mail