Ducati "The H4MM4" Speedway by Wreckless

La rinomata officina britannica ha da poco sfornato una particolarissima "special" dedicata a Lewis Hamilton, pluri-iridato della Formula 1...

Quello dello Speedway non è un ambiente a cui, di primo acchito, si assocerebbe il nome Ducati, ma questo non ha certo impedito alla britannica Wreckless Motorcycles di creare una special per questa disciplina su base Ducati e, tanto per gradire, dedicata all'eroe britannico della Formula 1 Lewis Hamilton.

La mente dietro questo progetto è quella di Rick Geall, fondatore e boss del rinomato atelier del Northamptonshire, che ha deciso di realizzare questo tributo al mondo dello Speedway - da lui particolarmente apprezzato - dopo la morte, avvenuta lo scorso anno, del 6-volte iridato neozelandese Ivan Mauger, di cui lui stesso era un grande fan in gioventù.

Dopo aver recuperato un monocilindrico Desmo da 450cc, in un negozio di ricambi vintage Ducati, risalente agli anni '70 e già modificato "a suo tempo" per le competizioni, Geall e il suo staff si sono messi alla ricerca di un telaio e di un forcellone risalenti allo stesso periodo ed adatti alla loro visione, asportandoli entrambi da quella che, in mancanza di documentazione specifica, "presumono" fosse stata una Jawa 500.

Pur riconoscendo l'ispirazione di Mauger, con questo progetto Gaell ha voluto omaggiare anche uno dei suoi attuali "idoli", il pluri-iridato della F1 Lewis Hamilton, a cui si deve la colorazione mutuata dalla sua Mercedes F1 (e sapientemente realizzata da JLF Designs) e il nome "The H4MM4", un gioco di parole tra il termine "hammer" ("martello") e il numero "44", suo tradizionale numero di gara.

Il motore, opportunamente revisionato, è stato combinato con un nuovo carburatore Amal TT e con un collettore di scarico fatto a mano che termina con un minuscolo slip-on Akrapovic da soli 900g, nominalmente destinato alla Yamaha R3.

La forcella da competizione è firmata dagli specialisti della ceca Stuha e si connette a un manubrio dell'italiana Renthal "preso in prestito" dalla KTM SX85, su cui prende posto anche il tachimetro griffato Daytona Velona. I cerchi sono stati realizzati appositamente per questo progetto dalla britannica SM Pro, che fedele alla tradizione dello Speedway ha realizzato una 23" a raggi per l'anteriore e una 19" semi-lenticolare per il posteriore, entrambe calzanti pneumatici specifici Mitas.

Contrariamente alla tradizione dello Speedway, invece, Wreckless Motorcycles ha deciso di dotare la sua "The H4MM4" di un freno posteriore, per il quale ha scelto una pinza Aerotec di Beringer da attivare tramite una levetta sul lato sinistro del manubrio, integrata al comando della frizione. Un'altra eccezione alle norme dello Speedway è costituita dalla presenza dei due ammortizzatori posteriori, due unità MOTO C2R della Marzocchi, ampiamente regolabili ma originariamente progettate per le Mountain Bike.

Per quanto "strana" possa sembrare, questa Ducati H4MM4 Speedway di Wreckless Motorcycles ci sembra comunque una delle customizzazioni più intriganti e originali degli ultimi tempi. Ben fatto Rick!

  • shares
  • Mail