MotoGP: Bradley Ray in pista a Sepang

Il giovane talento della British Superbike si unirà domani al test team Suzuki per il suo "primo assaggio" di un prototipo del Motomondiale

L'astro nascente della British Superbike Bradley Ray si prepara ad "assaggiare" domani, per la prima volta in carriera, la potenza di una MotoGP. Il talentuoso 21enne inglese si unirà infatti al test-team Suzuki per girare con la GSX-RR nell'ultima giornata dello shake-down della Premier Class a Sepang, in Malesia, dove la prossima settimana è in programma il primo test ufficiale del 2019.

Ray - che l'anno scorso stupì tutti vincendo le prime due gare in BSB al debutto nella categoria - andrà così ad affiancare nel box Suzuki il test-rider ufficiale Sylvain Guintoli, un specie di premio che la casa di Hamamatsu ha voluto accordargli per i "servigi" resi al marchio nella scorsa stagione.

Dopo il suo scoppiettante inizio di stagione dello scorso anno, Ray ha preso parte anche a una tappa del Mondiale Superbike come wild-card, a Donington, e alla prestigiosa 8 Ore di Suzuka, ma l'idea di salire in sella a un prototipo MotoGP rappresenta un'emozione unica per il giovane britannico:

"Ovviamente non vedo l'ora di fare questa esperienza! Sono stato nel paddock del Motomondiale prima, quando facevo la Red Bull Rookies Cup, e il mio obiettivo è sempre stato quello di tornarci. Quindi, onestamente, non posso ringraziare abbastanza Suzuki per avermi dato questa opportunità."

"Non solo proverò una MotoGP, proverò una delle migliori moto della griglia visto che è finita sul podio in metà delle gare l'anno scorso. E mi pare che Rins sia anche stato il pilota che ha fatto segnare più punti nelle ultime quattro gare. La crescita di Suzuki è stata davvero impressionante da quando sono tornati [In MotoGP]."

"Inoltre dovrò anche imparare il circuito, perché non sono mai stato a Sepang prima. Sarà importante per me capire come funziona l'elettronica e come si comportano le gomme, ma spero di fare ugualmente una bella figura e mostrare cosa sono in grado di fare".

Ray ha chiuso il Campionato BSB dello scorso anno al sesto posto e quest'anno, dopo aver rifiutato alcune offerte provenienti dalla Moto2, parteciperà nuovamente al suo campionato nazionale, sempre sotto le insegne del team Hawk Racing Buildbase Suzuki.

  • shares
  • Mail