Kalashnikov presenta una moto elettrica

L’azienda che produce il famoso fucile d'assalto sovietico ha presentato la sua prima moto elettrica.

L’azienda che produce il famoso fucile d'assalto sovietico ideato da Michail Timofeevič Kalašnikov, ex comandante di carri armati durante la Seconda Guerra Mondiale, ha lanciato una moto elettrica. La compagnia ha presentato il modello IZH all’International Military-Technical Forum e presto sarà disponibile per le forze speciali della Polizia e dell’esercito russo.

Come riportato dal sito autoevolution.com, la moto è equipaggiata con un motore elettrico da 15 kW alimentato da una batteria agli ioni di litio. L’autonomia dichiarata è tra i 100 e i 150 chilometri con una velocità massima di 80 km/h. La moto è stata progettata per incursioni e operazioni di ricerca ed è in grado di affrontare i terreni accidentati.

Dopo aver superato i test iniziali, 50 moto sono state assegnate alla Polizia di Mosca per pattugliare la città, ma possono essere usate tranquillamente nei parchi e durante gli eventi. La moto si presenta piuttosto spartana e sembra essere basata su di un modello enduro. Trasmissione finale a catena, sospensioni standard, sistema frenante con disco singolo all’anteriore, freno a tamburo al posteriore e display LCD.

La IZH dispone di un kit aggiuntivo che prevede diverse protezioni per i fari, la carena e il motore, nonché la sirena, la radio CB e i case laterali. La versione in dotazione all’esercito sarà ovviamente camouflage, con borse laterali e custodie per le armi. Chissà se avrà lo stesso successo dell’AK-47…

  • shares
  • Mail