Honda GL1800 Gold Wing 2018

Completamente ridisegnata in ogni sua parte, la nuova Honda GL1800 Gold Wing 2018 vuole ribadire il suo storico primato tra le Gran Tourer.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:35:"Honda Gold Wing 2018: le prime foto";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:21155:"

Dopo le prime immagini divulgate a fine Settembre (vedi la seconda pagina di questo post), Honda ha finalmente svelato la sua nuova GL1800 Gold Wing 2018, ultima erede di una tradizione iniziata nel 1975 e che ha questa moto affermarsi come una delle più iconiche e riconoscibili dell'era moderna.

Per il 2018, la Gold Wing è stata riprogettata in ogni singolo componente per rispondere all'evoluzione dei gusti del mercato, motivo per cui il team di sviluppo Honda ha deciso di intraprendere una strategia di rinnovamento radicale per proiettare questo storico modello nel futuro.

La nuova Gold Wing è più compatta e più leggera, con il suo monumentale motore boxer 6-cilindri che ora presenta testate con 4 valvole ed è dotato di acceleratore Throttle By Wire, 4 Riding Mode, controllo di trazione HSTC, Hill Start Assist per le partenze in salita, Start&Stop per le versioni con cambio DCT e Cruise Control elettronico.

2018 GL1800 Goldwing

Alle versioni con nuovo cambio manuale a 6 rapporti si affianca infatti il modello "top di gamma" DCT-Airbag con cambio doppia frizione a 7 rapporti e ‘Walking Mode’ per la manovre di parcheggio, il tutto con trasmissione finale a cardano.

Il nuovo telaio a doppio trave in alluminio è caratterizzato dalla sospensione anteriore a cannotto avanzato con doppio braccio oscillante e dal rinnovato monobraccio posteriore Pro-Arm, con la loro regolazione elettronica integrata nei Riding Mode. Parabrezza elettrico, Smart Key e strumentazione TFT da 7” con Apple CarPlay sono di serie.

2018 GL1800 Goldwing Tour

Prima di andare a conoscerla più nel dettaglio in attesa di vederla 'dal vivo' al prossimo EICMA di Milano, riportiamo le parole con cui il "padre" di questa moto, il Project Leader Yutaka Nakanishi, l'ha introdotta al mondo:

"Desideravamo che la nostra nuova Gold Wing mantenesse il lusso che la contraddistingue, diventando però una moto più versatile, capace di soddisfare le esigenze dei clienti sia in città sia in viaggio, e più entusiasmante da guidare che mai."

"Siamo ripartiti da zero e abbiamo reso la nuova Gold Wing più compatta e più leggera, aggiungendo tutti i componenti e le opzioni elettroniche che desiderano i motociclisti contemporanei. Oggi, come nel 1975, è una delle bandiere tecnologiche di Honda, e siamo davvero orgogliosi di iniziare un nuovo capitolo di una storia così appassionante".

Honda GL1800 Gold Wing 2018 - Stile ed equipaggiamento

2018 GL1800 Goldwing

La nuova Gold Wing accantona le linee rilassate del modello uscente per presentarsi con un look più affilato e, osiamo dirlo, "sportivo". La sua silhouette presenta un frontale dinamicamente slanciato e una certa evidenza tra le parti "alta" e "bassa" della carrozzeria, esaltando la compattezza della moto.

Il nuovo approccio sfrutta la gestione dei flussi d’aria per dirigerli attorno al pilota e al passeggero, che possono così godere di maggior comfort anche grazie al miglior coefficiente di penetrazione aerodinamica, che ha contribuito anche a migliorare l'efficienza dei consumi. Al posto del grande parabrezza c’è ora un plexiglas dal profilo più piccolo e aerodinamico, regolabile elettricamente in altezza e inclinazione tramite un comando sul blocchetto sinistro.

Per quanto riguarda la sella, guidatore e passeggero sono separati, come sul modello precedente, così il primo può apprezzare il piacere di guida e il secondo può rilassarsi e godersi il viaggio.

2018 GL1800 Goldwing Tour

I gruppi ottici sono Full‑LED, con la parte superiore del gruppo ottico anteriore dotata su entrambi i lati di 5 raffinate lenti ottiche che creano un caratteristico fascio di luce anabbagliante. Gli indicatori di direzione frontali sono invece inseriti negli specchietti retrovisori e sono dotati della funzione di disattivazione automatica, basata sulla differenza di velocità tra le ruote.

Il Cruise Control è ora elettronico in quanto basato sull'inedito acceleratore Throttle By Wire e si regola con i comandi sul blocchetto destro. La sua attivazione è indicata da una spia sul tachimetro e la velocità impostata sulla parte alta del display LCD alla sua sinistra. Sulle versioni con cambio manuale, si disattiva quando si tira la leva della frizione, si agisce sui freni o sull’acceleratore.

Dopo un’indagine tra i proprietari di Gold Wing, Honda ha deciso anche di ridurre il volume totale di carico: il top box delle versioni ‘Tour’ può contenere comodamente 2 caschi integrali e, considerando anche le valigie laterali, la capacità di carico è ora pari a 110 litri. L'apertura avviene tramite pulsante o Smart Key e tra gli optional figurano un portapacchi da fissare superiormente al top box e le borse interne.

2018 GL1800 Goldwing

Anche la capacità del serbatoio benzina è stata ridotta di 4 litri per arrivare quindi a 21, ma grazie al peso ridotto e alla migliore aerodinamica, in combinazione con il consumo medio di 17,8 km/l (5,6 L/100km, ciclo medio WMTC) l’autonomia complessiva della nuova Gold Wing resta invariata. Questo, per lo meno, secondo quanto dichiarato dalla casa nipponica.

Lussuosissimo il nuovo cockpit, con eleganti indicatori analogici per tachimetro e contagiri, tre display LCD, schermo centrale TFT a colori da 7” e la sofisticata pulsantiera sopra al manubrio. Gli sfondi sfruttano tonalità scure a basso contrasto e scale graduate illuminate a LED.

Lo schermo TFT fornisce davvero tutte le informazioni che si possano desiderare sulla moto e i sistemi audio e di navigazione, oltre a gestire il controllo di trazione HSTC e la regolazione delle sospensioni. Le informazioni vengono visualizzate in segmenti differenti secondo un ordine funzionale, in modo che il pilota possa ottenere tutti i dati pertinenti con un movimento minimo degli occhi. La luminosità si regola automaticamente, ma è possibile impostarla scegliendo tra 8 livelli.

2018 GL1800 Goldwing Tour

La Smart Key incorpora anche la chiave di emergenza e consente di attivare tutti i sistemi della moto e i vani bagagli, con un tasto sulla moto che sblocca le serrature delle valigie laterali e del top box. È anche possibile sbloccare temporaneamente i vani bagagli tramite pulsante sulla Smart Key per accedere alle borse laterali e al vano portaoggetti posteriore dedicato al passeggero.

La nuova Gold Wing è anche compatibile con Apple CarPlay, quindi il guidatore può visualizzare sullo schermo le informazioni e i contenuti del proprio iPhone, tra cui ad esempio rubrica e playlist musicali, ma presente anche la connettività Bluetooth e con il classico cavetto USB.

2018 GL1800 Goldwing Tour

Il sistema audio sfrutta altoparlanti più leggeri posizionati in base alla nuova posizione di guida, mentre il passeggero ha a disposizione alcuni dei comandi audio per garantirgli un'esperienza di viaggio ancora più piacevole. Si trovano in prossimità della parte superiore della borsa laterale destra e consentono di cambiare la sorgente, regolare il volume e scorrere le tracce audio.

Il navigatore satellitare viene ovviamente visualizzato sul nuovo schermo TFT ed è stato corredato di bussola giroscopica, in modo da ottenere le indicazioni di viaggio anche all'interno dei tunnel, e della facoltà di eliminare qualsiasi istruzione di "waypoint" e/o "go home".

Honda GL1800 Gold Wing 2018 - Motore

2018 GL1800 Goldwing Tour

Il motore boxer 6 cilindri è stato oggetto di una profonda riprogettazione, con le testate che sono a 4 valvole per cilindro, quindi non più a 2, e il suo peso complessivo che è sceso di 6,2 kg. Praticamente invariata, invece, la cilindrata: 1.833 cc. Rispetto al precedente motore da 1.832 cc, questo è però più corto di 33,5 mm.

Secondo i dati rilasciati da Honda, la sua potenza massima è di 126 CV a 5.500 giri/min e la coppia massima è pari a 170 Nm a 4.500 giri/min, un discreto guadagno rispetto ai 118 CV e 167 Nm dell'unità uscente. Alesaggio e corsa sono ora "quadre", 73x73 mm (prima 74x71mm) per favorire la compattezza, con la distanza tra i cilindri ridotta di 9 mm. Entrambe le bancate hanno i cilindri con offset di 4 mm e le canne in alluminio, mentre il rapporto di compressione passa da 9,8:1 a 10,5:1.

2018 GL1800 Goldwing Tour

Le testate Unicam hanno bilancieri a dito per le valvole di aspirazione e bilancieri a rullo per quelle di scarico, con albero dei bilancieri coassiale per entrambe. Le camere di combustione sono ora caratterizzate da un design pentroof con condotti di aspirazione concepiti per migliorare l'efficienza all'interno delle camere di scoppio. Le pareti dei pistoni presentano un rivestimento al molibdeno per ridurre gli attriti e l'albero a gomiti in acciaio SCM440H determina un offset dei perni di -4 mm.

I due compatti radiatori da 197x219 mm con elettroventola sono posizionati in modo da sfruttare al meglio i migliorati flussi aerodinamici.

Per quanto riguarda il sistema di alimentazione, si passa da 2 a 1 corpo farfallato, con collettori di aspirazione ridotti nel diametro e negli spessori per ottimizzare il peso. Il volume del flusso in aspirazione tra il corpo farfallato e i condotti delle valvole di aspirazione è stato ridotto del 10% per velocizzarlo e migliorare la risposta del motore.

2018 GL1800 Goldwing

L’introduzione dell’acceleratore Throttle By Wire ha permesso di sintetizzate le startegie di gestione in 4 Riding Mode che modulano il carattere motore agendo su erogazione potenza, controllo di trazione HSTC, assetto sospensioni e ripartizione della forza frenante del sistema D-CBS con ABS. Tutti e 4 utilizzano comunque il controllo di trazione HSTC per garantire sempre un'accelerazione controllabile:

- Riding Mode TOUR: è l'impostazione standard, mirata ad offrire il miglio compromesso tra comfort e potenza. Il rapporto tra le aperture di manopola dell'acceleratore e corpo farfallato è diretto, con valori di default per la taratura idraulica delle sospensioni e distribuzione omogenea della forza frenante tra anteriore e posteriore.

- Riding Mode SPORT: è il settaggio che, nel rapporto tra acceleratore e corpo farfallato, enfatizza l’aspetto dell'accelerazione pura, con sospensioni di conseguenza più "sostenute" e forza frenante dinamicamente distribuita.

- Riding Mode ECON: è quello per i trasferimenti ad alta velocità di crociera, che quindi attribuisce la priorità alla massima economicità dei consumi e guida rilassata. Il rapporto acceleratore/ farfalla predilige, i valori di smorzamento idraulico delle sospensioni e la ripartizione della forza frenante sono pre-determinati "di default".

- Riding Mode RAIN: come ben si evince dal nome, è quello per le condizioni di pioggia. Prevede una gestione il più possibile morbida e controllabile della potenza, con un rapporto acceleratore/farfalla demoltiplicato per massimizzare la sicurezza su fondi bagnati o viscidi. La ripartizione della forza frenante è sui valori di default mentre la taratura idraulica delle sospensioni è più morbida.

2018 GL1800 Goldwing

L’airbox “respira” tramite 2 condotti, 1 posizionato frontalmente a sinistra e 1 posteriormente a destra, con una conformazione interna progettata per allinearsi agli impulsi di aspirazione provenienti dal motore ai bassi regimi, migliorando la risposta alle piccole aperture del gas.

I nuovi doppi scarichi mantengano la struttura interna a due camere più una camera di risonanza, ma il materiale fonoassorbente è stato rimosso per ridurre il peso. Le tipiche note basse del sound emesso dal poderoso motore a 6 cilindri, sono ora accompagnate da profonde pulsazioni senza risultare rumorose. Per 2 dei 6 cilindri, la riduzione del 20% delle aree a sezione trasversale dei collettori di scarico, ha determinato un aumento della profondità del suono del motore senza eccedere nel “volume”.

Il sistema Start & Stop disinseribile include l'avviamento ultra-silenzioso del motore grazie all'ISG (Integrated Starter Generator) e si attiva automaticamente dopo 3 secondi di stazionamento. Per riavviare il propulsore, basta ruotare l'acceleratore.

2018 GL1800 Goldwing Tour

La versione con cambio manuale è ora a 6 rapporti invece che 5, con l’ultimo rapporto di tipo "overdrive" per limitare i consumi a velocità di crociera. La frizione a comando idraulico assistita è ora anche "anti-saltellamento" ed è composta da meno dischi riducendo così del 20% il carico alla leva. Per agevolare le partenze in salita è presente il sistema HSA (Hill Start Assist) e non manca la retromarcia è elettrica, come sulla precedente Gold Wing.

Come al solito, Honda pone comunque l'accento sul suo celebrato cambio a doppia frizione, quello attorno al quale è stato sviluppato il progetto della Gold Wing 2018. L’ultima generazione del sistema è la prima con 7 rapporti, specificamente progettata per i viaggi sulle lunghe distanze, e rappresenta quindi un grosso passo avanti per la Gold Wing. Il risultato sono cambi di marcia velocissimi e silenziosi, massima efficienza dinamica e grande affidabilità e durata. La centralina è ovviamente in grado di riconoscere salite e discese, mantenendo o inserendo sempre il rapporto adatto.

2018 GL1800 Goldwing

La versione con DCT è dotata di freno di stazionamento sulla ruota posteriore, facilmente attivabile e disattivabile con il pratico comando sul lato sinistro della carenatura. I 4 Riding Mode sono integrati con le logiche di gestione dei cambi marcia.

Sulla nuova GL1800 Gold Wing fa inoltre il suo debutto il nuovissimo "Walking Mode". Si tratta, in parole povere, di una modalità del cambio DCT che permette alla moto di muoversi a velocità ridotta: 1,8 km/h in avanti e 1,2 km/h in retromarcia. La funzione è attivabile istantaneamente tramite un'interruttore sul manubrio sinistro e sfrutta le palette "+" e "–" al manubrio per determinare il movimento.

Honda GL1800 Gold Wing 2018 - Ciclistica

2018 GL1800 Goldwing

La Gold Wing 2018 si propone con un nuovo telaio a doppia trave in alluminio pressofuso, concepito per ospitare il nuovo e compatto 6-cilindri in uno spazio minore e più avanzato di 40 mm, con un peso complessivo di telaio e monobraccio inferiore di 2 kg rispetto al modello precedente.

La posizione di guida di pilota e passeggero è stata avanzata di 36 mm e, grazie alla geometria della sospensione anteriore a doppio braccio oscillante con cannotto avanzato, la parte posteriore del pneumatico si trova 24 mm più avanti. L'inclinazione del cannotto di sterzo e l'avancorsa sono impostate a 30,5°/109mm, con interasse di 1.695 mm.

La precedente versione pesava 413 kg con il pieno, la nuova Gold Wing in versione "standard" pesa invece "solo" 365 kg con il pieno di benzina. Questo valore inevitabilmente cambia per la Gold Wing Tour con cambio manuale a 6 rapporti, che sale a 379 kg con il pieno, mentre la versione con cambio DCT a 7 rapporti e Airbag arriva 383 kg.

2018 GL1800 Goldwing Tour

L'ABS lavora su un impianto frenante di tipo combinato D-CBS (Dual Combined Braking System), che distribuisce in modo ottimale la potenza frenante tra anteriore e posteriore, dove troviamo rispettivamente dischi da 320 mm con pinze a 6 pistoncini e disco da 316 mm con pinza a 3 pistoncini.

Mentre sul precedente modello l'ABS era azionato da 2 modulatori, sulla nuova Gold Wing sono stati entrambi sostituiti da un modulatore di tipo a ricircolo, più piccolo e leggero, integrato nell'ECU del sistema frenante, permettendo così di ridurre il peso complessivo dell'impianto frenante di 1,3 kg.

La regolazione elettronica dello smorzamento delle sospensioni è automatica, in base al Riding Mode impostato, ed avviene tramite motori passo-passo alloggiati all’interno degli ammortizzatori che, muovendo degli aghi di passaggio dell’olio, ne modificano il flusso.

2018 GL1800 Goldwing

Tutta nuova la sospensione posteriore con il nuovo monobraccio Pro-Arm che sfrutta una struttura del pivot completamente rivista ed è collegato al telaio sul lato sinistro, mentre il lato destro funge da accesso per la manutenzione. Questa configurazione offre una maggior libertà di design e semplifica le operazioni di manutenzione, oltre a contribuire al miglioramento della stabilità. Il leveraggio Pro-Link assicura un'azione progressiva della sospensione e un comfort superiore. Infine, l'ottimizzazione delle piastre di collegamento e il diffuso impiego di giunti sferici annullano la torsione.

Il precarico molla dell’ammortizzatore posteriore è regolabile elettricamente tramite un sistema intuitivo e indipendente dal Riding Mode selezionato. Le impostazioni disponibili sono 4, si basano sul carico a bordo e vengono visualizzate sul display LCD più a destra.

Sicuramente degni di nota i bellissimi cerchi in lega, da 18" all’anteriore e 16" al posteriore, abbinati a pneumatici ribassati 130/70 R18 M/C 63H davanti e 200/55 R16 M/C 77H al posteriore.

Honda GL1800 Gold Wing 2018 - Scheda Tecnica

2018 GL1800 Goldwing

MOTORE
Tipo: 6 cilindri boxer, 24 valvole Unicam, raffreddato a liquido
Cilindrata: 1.833 cc
Alessaggio x Corsa: 73 x 73 mm
Rapporto di compressione: 10.5:1
Potenza massima: 126 CV (93 kW) @ / 5.500 giri/min
Coppia massima: 170 Nm @ 4.500 giri/min
Capacità totale olio: 4,4 litri (MT) / 5,6 litri (DCT)

ALIMENTAZIONE
Carburazione: Iniezione elettronica Honda PGM-FI
Corpo farfallato: 50 mm
Filtro aria: In carta, viscoso, del tipo a cartuccia
Capacità serbatoio benzina: 21,1 litri
Consumi: 17,8 km/l (5,6 L/100 km), ciclo medio WMTC

IMPIANTO ELETTRICO
Avviamento: Sistema ISG (Integrated Starter Generator), generatore/avviamento integrato
Capacità batteria: 12V / 20AH
Capacità alternatore: 12V / 120A

TRASMISSIONE
Tipo:
MT a 6 rapporti, con Ovedrive e retromarcia elettrica
DCT a 7 rapporti, con Walking Mode avanti/indietro
Frizione:
(MT) Multidisco con molle, in bagno d’olio, assistita e con antisaltellamento, comando idraulico
(DCT) Doppia, multidisco con molle, in bagno d’olio, con circuiti idraulici in pressione separati e gestione elettronica

Riduzione primaria: 1,795 (79/44)

Rapporti del cambio:
(MT)
1^: 2,200
2^: 1,417
3^: 1,036
4^: 0,821
5^: 0,667
6^: 0,522
Retro: 1,190
(DCT)
1^: 2,167
2^: 1,696
3^: 1,304
4^: 1,038
5^: 0,821
6^: 0,667
7^: 0,522

Riduzione finale:
Uscita motore, 0,972
Alla ruota 2,615

Trasmissione finale: Ad albero cardanico

2018 GL1800 Goldwing Tour

CICLISTICA
Telaio tipo: In alluminio, a doppio trave discendente
Dimensioni (LxLxA):
Gold Wing MT: 2.475 x 925 x 1.340 mm
Gold Wing ‘Tour’ MT: 2.575 x 925 x 1.430 mm
Gold Wing ‘Tour’ DCT: 2.575 x 905 x 1.430 mm

Interasse: 1.695 mm
Inclinazione cannotto di sterzo: 30,5°
Avancorsa: 109 mm
Raggio di sterzata: 3,4 m
Altezza sella: 745 mm
Altezza da terra: 130 mm

Peso in o.d.m. con il pieno:
Gold Wing MT: 365 kg
Gold Wing Tour MT: 379kg
Gold Wing Tour DCT/Airbag: 383 kg

SOSPENSIONI
Anteriore: A cannotto avanzato con doppio braccio oscillante e ammortizzatore centraleì
Posteriore: Monobraccio Pro-Arm con leveraggio progressivo Pro-Link

RUOTE
Pneumatico anteriore: 130/70 R18 M/C 63H
Pneumatico posteriore: 200/55 R16 M/C 77H
Cerchio anteriore: 18 x MT3.50
Cerchio posteriore: 16 x MT6.00

FRENI
Tipo: Dual Combined Braking System (D-CBS), con ABS, controllati elettronicamente
Freno anteriore: Doppio disco flottante da 320 x 4,5 mm con pinze ad attacco radiale a 6 pistoncini e pastiglie in metallo sinterizzato
Freno posteriore: Disco ventilato da 316 x 11 mm con pinza a tre pistoncini e pastiglie in metallo sinterizzato

EMISSIONI CO2:
Versioni cambio manuale 6 rapporti: 128 g/km
Versione cambio DCT/Airbag: 131 g/km

Tutte le caratteristiche sono provvisorie e soggette a modifica senza preavviso

";i:2;s:1722:"

Honda Gold Wing 2018: le prime foto

L'attuale versione della regina delle grand tourer, l'eterna Honda Gold Wing, è in commercio dal 2007: a 10 anni dalla sua presentazione la casa dell'Ala Dorata ha "in canna" una nuova edizione della massiccia turistica a sei cilindri, che dovrebbe essere presentata nel corso del mese prossimo.

Alcune foto della futura ammiraglia da viaggio nipponica, modello fondamentale per il mercato nord-americano ed europeo, sono però già trapelate e stanno facendo il giro del web: a svelarle in anteprima sono stati i portali Maxxmoto e Olipeil, a cui hanno fatto eco anche anche gli statunitensi di Asphalt&Rubber.

Da quello che si può vedere, la nuova GL 1800 mantiene l'impostazione generale della sua progenitrice: il propulsore è sempre il boxer a 6 cilindri da 1.8 L di cilindrata, probabilmente aggiornato per adeguarsi alle più recenti normative anti-inquinamento. Il reparto infotainment, a quanto pare, è stato profondamente rinnovato, così come il design esteriore di questo vero e proprio incrociatore stradale.

La novità più evidente, tuttavia, sta nella ciclistica, e precisamente nell'avantreno: il M.Y. 2018 adotterà infatti una forcella di tipo Hossack, vale a dire un sistema duolever simile a quello già visto sulle BMW pluricilindriche della serie K.

";}}

  • shares
  • Mail