Tourist Trophy: Hutchinson vince in SBK con Dunlup out

Un problema tecnico alla Suzuki GSX-R 1000 di Michael Dunlop ha spianato la strada al 15° successo al TT di Ian Hutchinson. Incidente mortale per Davey Lambert: fatali le conseguenze di una caduta in gara

L’anno scorso aveva dovuto arrendersi allo strapotere di Michael Dunlop, ma quest’anno Ian Hucthinson -complice un piccolo aiutino della sorte- è riuscito a prendersi la rivincita portandosi a casa la Superbike Race al Tourist Trophy 2017.

L’inglese del team Tyco non scatta benissimo, a dire il vero: nelle prime fasi di gara Hucthy si trova in quarta posizione, preceduto dalle Kawasaki di Dean Harrison e James Hillier. A guidare la corsa è proprio la Suzuki n°6, quella di Michael Dunlop, che sembra essersi appena lanciato verso il suo ennesimo successo: all’inizio del secondo giro, però, un guasto alla Gixxer del team Bennets costringe il 28enne irlandese -che aveva dominato le prove di ieri- a un inglorioso ritiro.

A trarne vantaggio sono i suoi diretti inseguitori, primo tra tutti Dean Harrison: il pilota del team Silicone Engineering tenta di scappare mentre dietro di lui infuria la battaglia a distanza tra Ian Hucthinson e James Hillier. Dopo il primo dei due pit stop, a inserirsi nella lotta è anche Peter Hickman (BMW Smiths Racing), che sopravanza Hillier e si lancia all’inseguimento dei due di testa.

Hutchinson, intanto, cerca di recuperare terreno su Harrison: Deano prova invano a resistergli, ma al terzo giro è il Bingley Bullet ad avere la meglio. Durante il quarto passaggio c’è uno scambio di posizioni fra i due, ma è tutto da rifare per un Dean Harrison che deve anche difendersi da un Peter Hickman che arriva con il coltello tra i denti. Il 2° pit stop rimescola ulteriormente le carte, permettendo a James Hillier di portarsi in seconda posizione ai danni degli altri due.

Il suo momento di gloria, però, finisce presto: Hickman e Harrison lo passano durante il quinto giro, con il primo che sembra esserci lanciato in un recupero furibondo. Snocciolando intertempi da urlo, il pilota del team Smiths Racing riesce addirittura ad impensierire il leader della corsa: nel corso della 6^ tornata, a una manciata di km dalla bandiera a scacchi, Hickman è a solo 1.5 secondi di distacco da Hutchinson.

Alla fine, però, arriva la replica del 14 volte vincitore del TT: Hutchinson risponde al suo inseguitore con un un’ultima parte di giro che gli vale ben 5 secondi vantaggio, gap con cui finirà per tagliare il traguardo. Ian Hutchinson (BMW Tyco) si porta dunque a casa il suo 15° successo all’Isola di Man piegando la resistenza di un grintosissimo Peter Hickman (BMW Smiths Racing). Il podio è chiuso da Dean Harrison (Kawasaki Silicone Engineering) che precede James Hillier su Kawa JG Speedfit.

Sesta piazza per Michael Rutter, che dopo aver fatto praticamente tutta la gara in 5^ posizione si ritrova beffato sul finale da Dan Kneen. 7° e 8° posto, invece, per le due Norton SG6 di David Davo Johnson e Josh Brookes: l’altra V4 in gara, la Honda RC213V-S di Bruce Anstey, è invece solo 13^ a causa di un problema tecnico.

Bravissimo il nostro Stefano Bonetti, che oltre a portare in alto la Paton nella Lightweight si porta a casa anche un ottimo risultato in SBK (18° con la BMW Speed Motor); più indietro, invece, gli altri due italiani: Marco Pagani e Alex Polita si devono accontentare di posizioni di rincalzo.

Guy Martin, uno dei piloti più attesi di questo TT 2017, soffre un ritiro: forse, vista la posizione in cui si trovava, è meglio così…

Aggiornamento: il TT piange Davey Lambert, fatale l’incidente nella Superbike Race

davey_lambert.jpg

Anche quest’anno, purtroppo, si registra un incidente mortale al TT: Davey Lambert, protagonista di una brutta caduta nel corso della Superbike Race di di Domenica, è spirato nella serata di ieri presso il Aintree Hospital di Liverpool dov’era stato trasferito in condizioni critiche.

I Video di Motoblog