L'ultimo regalo di Hayden: "donati gli organi di Nicky"

In una conferenza stampa indetta dal legale della famiglia, Moreno Maresi, si è appreso l'ultimo gesto altruista del 36enne americano

nicky-hayden.jpg
C'è un clima compassato, dismesso, onorevole al Bufalini di Cesena. Dopo l'ufficializzazione di quella notizia devastante, c'è riserbo e rispetto. Non sono parole di circostanza, perchè in questi giorni non c'è stato la fervida ricerca della notizia. Si è atteso ogni bollettino medico con segnali e speranza. Era ed è un segno di rispetto che Nicky Hayden e la propria famiglia meritavano e meritano. Non è un caso che il legale della famiglia, l'avvocato Moreno Maresi, ha rilasciato in una conferenza stampa, alcune dichiarazioni in cui si apprende l'educazione estrema di questa famiglia di Owensboro, ma anche l'altruismo.

"La famiglia mi ha chiesto di fare alcune dichiarazioni anche in ragione del fatto che la stampa ha atteso pazientemente.

Ringrazia innanzitutto la stampa per l'attenzione e la vicinanza a questa vicenda. Il secondo ringraziamento, la famiglia desidera ribadirlo, verso tutto il personale sanitario e paramedico del Bufalini, sopratutto verso il personale medico che si è immediatamente attivato. Terzo ringraziamento, verso gli sportivi e tifosi che non hanno fatto mancare la vicinanza in questo momento."

L'avvocato in seguito prosegue con le volontà della famiglia:
"Per desiderio della famiglia non ci sarà camera ardente, ma semplicemente perchè sono in corso tutti gli adempimenti di natura amministrativa come il collegamento con l'ambasciata americana, per velocizzare il più possibile il rimpatrio di Nicky dove ovviamente l'altra parte della famiglia ne stanno attendendo l'arrivo"

Arriva poi la conferma di un gesto voluto dal pilota americano che sottolinea ancora una volta la sua bontà d'animo:
"Confermo per espresso desiderio di Nikcy che già in passato aveva confermato queste intenzioni....la famiglia conferma che oggi si è proceduto all'espianto degli organi. In questo senso si è dato corso all'iter relativo concluso da poco."

Ultime battute sulle indagini, ma senza rivelare nulla:
"Non parlerò in nessun modo dell'indagine in corso sia per rispetto del lavoro degli inquirenti e vorrei fare un ulteirore ringraziamento per la tempestività con cui la procura della repubblica si è attivata per l'accertamento dei fatti, con una velocità che meritano di essere segnalati. Questo è in buona sostanza la famiglia desiderava rappresentare. "

  • shares
  • Mail