Pagelle MotoGP Le Mans, Yamaha a "3 punte", Rossi c’è ma va KO. Vinales e Zarco, il nuovo che avanza

Le Pagelle del Gran Premio di Francia, 5a prova del Campionato del Mondo MotoGP 2017

Pagelle MotoGP Le Mans 2017 - Di seguito le nostre pagelle del Gran Premio di Francia della classe regina.

LA CORSA: Voto 10. Un finale da thrilling, un ultimo giro da mal di cuore per i 100 mila del Bugatti e i milioni davanti alle tv. E’ il Valentino-show “incompiuto” e tocca a lui, stavolta, pagare il conto. Salato. Non è una beffa, ma il pedaggio per l’errore fatale, dopo il lungo. Maverick troneggia con Marquez e Rossi nella polvere. Chi lo scalza, adesso? Rossi c’è, ma il dopo Rossi è nei fatti.

VINALES: Voto 10+ Il nuovo astro della Yamaha induce all’errore Rossi il “gigante”. E già questo vale una corsa, quasi un mondiale. Intanto porta allo spagnolo il terzo trionfo stagionale e il ritorno in cima alla classifica dimostrando con i fatti che chi vuol vincere gare e mondiale deve fare i conti con lui. Yamaha (voto 10 e lode) festeggia con Maverick la sua 500esima vittoria iridata.

ZARCO: Voto 9+ Il giovane francese della Casa di Iwata su moto satellite regala brividi e scalda i cuori dei francesi e non solo. Grande partenza, grande gara, primo super podio alla sua quinta corsa in MotoGP. Yamaha gode con tre super assi nel mazzo vincente: passato, presente, futuro. Rossi infiamma i cuori e gli altri piloti Yamaha conquistano le classifiche. En plein?

PEDROSA: Voto 8+ Risorge dalle retrovie con uno scatto da centometrista e un primo giro super meritandosi il podio giunto anche grazie ai ko di capitan Marquez e di Rossi. Jerez resta una giornata forse irripetibile ma questo risultato aiuta a considerare Dani utile alla causa Honda (voto 9-) che non vuole “disturbare” Marc.

ROSSI: Voto 6- Gara magistrale da 10 e lode buttata al vento con un errore finale madornale, da bocciatura. Da qui il voto. La regola vale sempre per tutti: chi sbaglia paga. Occasione buttata. Così vince l’orgoglio. Così si perde il titolo. Al Mugello la corsa-verità. Resta il dato di fondo: no Rossi, no party! No Rossi, no tricolore!

MARQUEZ: voto 4- Il doppio zero (ko in Francia dopo il ko in Argentina) tarpa le ali ai sogni di gloria del campione del Mondo. Tre cadute e un dritto in un solo we sono troppe anche per il talentuoso furetto spagnolo. Marc-Honda 2017? No feeling!

DOVIZIOSO: voto 6+ Andrea vede il podio da lontano, limitando i danni e tenendo alta – si fa per dire – la bandiera della Casa di Borgo Panigale, primi fra i … “comprimari”. La gara vera è da un’altra parte. Se questo è il… “massimo possibile”!

LORENZO: voto 5- Il podio (“drogato”?) di Jerez è un ricordo e a Le Mans la rincorsa dalle retrovie non porta oltre il sesto posto in un gap abissale di 24 secondi. Così è. Se l’Aprilia (in crescita al pari della Ktm) non fosse andata ko A. Espargarò, in gran rimonta, l’avrebbe superato. Arridateci il … Tardozzi?! Mugello, ultima chiamata?

IANNONE: voto 4 Il pilota di Vasto o cade o si perde come a Le Mans, decimo posto con un gap da … “Cima Coppi”: 48”332! Suzuki (voto 5-) in tilt. Pilota pure.

  • shares
  • Mail