MotoGP Spagna 2017 FP2: Daniel Pedrosa è inarrestabile. Lorenzo 4°, Rossi 12°

Risultati e classifiche del venerdì di prove libere del GP di Spagna, 4° round del Mondiale MotoGP 2017 dal circuito di Jerez de la Frontera.

Leader al mattino, leader al pomeriggio con il sole. Cambiano le condizioni ma il Daniel Pedrosa visto quest'oggi a Jerez de la Frontera sembra essere quel pilota veloce e imprendibile che avevamo ammirato negli anni passati, prima dei tanti infortuni che purtroppo ne hanno rallentato un poco la carriera. Quando invece quest'anno si parlava di un Pedrosa finalmente libero dai problemi alle braccia in molti non ci hanno fatto troppo caso. Ed invece ecco la dimostrazione di come il fantino di Sabadel sia sempre lo stesso: velocissimo.

Prima posizione in 1'39.420. E' stato comunque un turno veritiero che oltretutto, ha risposto a diverse domande. La prima riguardava Pedrosa, ma la seconda è la crescita di Jack Miller, splendido secondo, anche se a mezzo secondo dalla vetta. La conferma di Crutchlow apre la porta all'iniezione di fiducia di Jorge Lorenzo, quarto a 8 decimi dalla vetta, davanti a Danilo Petrucci ed un Maverick Vinales che evidenzia oggi qualche limite per la Yamaha qui a Jerez. Lo spagnolo è staccato di poco meno di un secondo e, fatto salvo il secondo settore, sembra che la moto di Iwata qui soffra. Bene Bautista settimo davanti Dovizioso ed i due Espargaro.

Se Aleix ci sta abituando a prestazioni con l'Aprilia all'itnerno della top 10, applausi vanno fatti a KTM che qui in Europa porta un nuovo motore, ed i risultati si vedono subito, senza chiacchiere e discussioni. Da ultimi a decimi il passo è enorme. Dodicesima piazza per Valentino Rossi invece. Il dottore - che ha usato la carena con le ali interne come Vinales - continua la ricerca della messa a punto.

E Marquez? 14esimo il campione del mondo, rimasto sempre nei piani alti della classifica fino proprio ai momenti finali. Sembra il mondiale degli opposti fino a questo momento qui a Jerez. Domani però, è un'altra storia

MotoGP, Jerez de la Frontera, FP2


Repsol Honda Team's Spanish rider Dani Pedrosa takes a curve at Jerez de la Frontera race track on May 5, 2017 during the MotoGP first free practice session of the Spanish Red Bull Grand Prix. / AFP PHOTO / PIERRE-PHILIPPE MARCOU        (Photo credit should read PIERRE-PHILIPPE MARCOU/AFP/Getty Images)

1 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 285.6 1'39.420
2 43 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 283.9 1'39.964 0.544 / 0.544
3 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 285.3 1'40.045 0.625 / 0.081
4 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 288.7 1'40.291 0.871 / 0.246
5 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing Ducati 286.5 1'40.378 0.958 / 0.087
6 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 284.0 1'40.379 0.959 / 0.001
7 19 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar Team Ducati 288.2 1'40.392 0.972 / 0.013
8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 288.5 1'40.428 1.008 / 0.036
9 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 283.1 1'40.479 1.059 / 0.051
10 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 287.3 1'40.573 1.153 / 0.094
11 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing Ducati 285.7 1'40.639 1.219 / 0.066
12 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 285.7 1'40.698 1.278 / 0.059
13 94 Jonas FOLGER GER Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 285.7 1'40.773 1.353 / 0.075
14 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 284.2 1'40.915 1.495 / 0.142
15 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 285.7 1'41.019 1.599 / 0.104
16 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 285.2 1'41.165 1.745 / 0.146
17 53 Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Honda 282.2 1'41.165 1.745
18 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 283.9 1'41.432 2.012 / 0.267
19 12 Takuya TSUDA JPN Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 280.8 1'41.887 2.467 / 0.455
20 22 Sam LOWES GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 282.2 1'41.905 2.485 / 0.018
21 17 Karel ABRAHAM CZE Pull&Bear Aspar Team Ducati 285.7 1'41.909 2.489 / 0.004
22 76 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 280.2 1'42.515 3.095 / 0.606
23 8 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing Ducati 289.0 1'42.630 3.210 / 0.115

  • La classifica finale delle FP2: Pedrosa, Miller, Crutchlow, Lorenzo, Petrucci, Vinales, Bautista, Dovizioso, Aleix e Pol Espargaro, Redding, Rossi

  • 14:51

    Lotta tra fratelli....Aleix ruba la posizione a Pol. Aprilia davanti a KTM

  • 14:50

    Sotto la bandiera a scacchi Vinales chiude sesto, ma è tripudio per KTM e Pol Espargaro che festeggia letteralmente per il nono posto. La cura europea ha fatto bene agli austriaci

  • 14:46

    Con il Daniel Pedrosa di oggi però non c'è nulla da fare. Dopo esser stato superato da Crutchlow, ecco il fantino di Sabadel: 1'39.420. Imprendibile Pedrosa!

  • 14:45

    Ancora meglio: Jorge Lorenzo in prima posizione! 1'40.291!!

  • 14:43

    Bella prestazione di Jorge Lorenzo e la Ducati in seconda posizione a soli 62 millesimi da Pedrosa.

  • 14:41

    Anche Rossi sta utilizzando la carena con le ali. L'italiano è però da alcuni minuti ai box con i suoi meccanici intorno

  • 14:39

    Maverick Vinales sta provando la Yamaha M1 con le alette all'interno della carena per convogliare meglio l'aria.

  • 14:36

    Classifica a 12 minuti dal termine: Pedrosa, Crutchlow, Marquez, Zarco, Miller, Folger, Redding, Pol espargaro, Dovizioso, Vinales. Rossi 12esimo

  • 14:35

    La KTM torna in Europa...e fa sul serio! Nuovo motore ed i risultati si vedono. Ottavo Pol Espargaro!

  • 14:32

    Marc Marquez si prende la terza piazza. Nel mezzo ottimo Zarco secondo ma anche la bravura di un Miller che si mantiene nei piani alti

  • 14:31

    Daniel Pedrosa si ripete. Non è una fotocopia....è meglio: 1'40.877 per il pilota di Sabadel

  • 10:29

    Daniel Pedrosa è scatenato quest'oggi. Prima posizione per lui in 1'41.135

  • 10:25

    A circa metà turno ecco la classifica: Crutchlow, Marquez, Miller, Vinales, Zarco, Pedrosa, Folger, Petrucci, Lorenzo, Redding, Pol Espargaro. Rossi 16esimo

  • UPDATE: precisazione di cronaca - Maverick Vinales è scivolato alla curva 8 non alla 2

  • 14:20

    Cal Crutchlow rientra ai box. 1'41.447 il suo miglior tempo che lo porta in prima posizione

  • 14:17

    Maverick Vinales scivola alla curva Due, scivolata identica a quella capitata pochi secondi prima con Aleix Espargaro.

  • 14:15

    Marc Marquez inizia ad accendere caschi rossi. 1'41.553 e prima posizione dopo Petrucci e VInales

  • 14:14

    Piccolo screzio tra Rossi e Sam Lowes all'uscita della Pons

  • 14:12

    Loris Baz si prende la seconda posizione in 1'43.493 davanti a Marquez e dietro a Miller

  • 14:11

    Jack Miller in questo bailamme si prende la vetta della classifica: 1'43.279

  • 14:08

    Sole splendente su Jerez de la Frontera con tutti i piloti insieme che cercano di puntare a girare il più possibile per trovare subito il passo

  • 14:05

    Si ricomincia con la seconda sessione di prove libere. Lorenzo come sempre tra i primissimi

  • 14:03

    Si riparte con le FP2, con il sole che splende su Jerez de la Frontera. I piloti - qui Crutchlow - iniziano a prepararsi

  • 10:40

    Fine delle FP1: Daniel Pedrosa conquista la prima posizione davanti a Cal Crutchlow per appena 2 millesimi. Bene Miller terzo davanti a Dovizioso e Marquez.

  • 10:36

    Molto in ritardo invece Valentino Rossi. Il leader in classifica è 14esimo per il momento

  • 10:35

    Jack Miller conferma quanto stavamo dicendo precedentemente. L'australiano è sempre più veloce e convincente in MotoGP

  • 10:32

    Jorge Lorenzo mostra uno stato di forma molto buono in queste condizioni. Terza posizione agguantata a 110 millesimi dalla vetta, tre caschi rossi per poi abortire il giro. Ma la prestazione c'era tutta

  • 10:28

    La pista si asciuga? E Jonas Folger si prende la prima posizione con la Yamaha del team Tech-3. 1'52.249

  • 10:25

    A riprova di quanto detto prima, Cal Crutchlow stampa due caschi rossi nei primi settori salvo poi perdere nel quarto. Daniel Pedrosa nel tratto finale è stato superiore a tutti, oltretutto con una pista che sta sempre più asciugando

  • 10:23

    #TBT come segnalato dalla Dorna per la gara numero 3000. Era il 1949 quando si corse il primo GP con Freddie Frith che vinse nella classe 350cc all'Isola di Man

  • 10:21

    Bel progresso per Scott Redding che si prende la quarta posizione, risultando - con la GP16 - la miglior moto di Borgo Panigale

  • 10:19

    Daniel Pedrosa si migliora di nuovo seguendo Marquez. Sembra che il pilota di Sabadel riesca ad essere veramente veloce nell'ultimo stint rispetto agli avversari

  • 10:18

    Daniel Pedrosa is on fire. Prima posizione in 1'52.666 per lo spagnolo

  • 10:16

    Ancora qualche piccolo....problema per Vinales con le Honda. Questa volta è Pedrosa che gli chiede però subito scusa. Sembra che Maverick non si trovi molto bene con queste condizioni

  • 10:14

    Piccolo screzio tra Vinales e Marquez. Il primo era lento in traiettoria, il secondo gli è passato molto vicino. C'è da dire che ha appena iniziato a piovere in maniera più forte e probabilmente il pilota Yamaha non si è accorto dell'arrivo di Marquez

  • 10:13

    Torna fitta la pioggia sul circuito di Jerez

  • 10:12

    Paolo Ciabatti: la pista è umida ma non piove. Siamo davanti ed è una buona notizia perchè significa che Jorge si trova bene in queste condizioni. Certo è solo la prima sessione e questa è una pista che non ci si addice troppo. Staremo a vedere nel corso del week end

  • 10:11

    Andrea Dovizioso si porta in vetta con il tempo di 1'52. 925

  • 10:10

    Male invece la Suzuki con Iannone. L'italiano ha fatto solo tre giri ed è fermo ai box in 18esima piazza

  • 10:08

    Risale la china anche Maverick Vinales che si prende la quarta piazza dietro un ottimo Danilo Petrucci

  • 10:06

    Jorge Lorenzo sembra aver trovato la giusta misura: prima posizione per il maiorchino in 1'53.458

  • 10:03

    Interessante vedere come Jorge Lorenzo si sia messo in coda a Danilo Petrucci in questi primi giri, cercando di seguirne le traiettorie e le linee

  • 10:02

    38 minuti al termine e si inizia a fare sul "serio" anche se relativamente. Prima posizione per Marc Marquez in 1'54.081

  • 10:00

    Chiaramente i tempi iniziano subito a scendere e Miller si prende la testa. Un Miller che quest'anno sembra aver fatto quel salto di qualità sperato da Honda fin dal suo passaggio dalla Moto3

  • 09:59

    Primi giri cronometrati per il duo KTM. Il migliore per ora è Pol Espargaro in 1'57.080, ovviamente assolutamente non indicativi

  • 09:58

    Tra gli ultimi ad uscire proprio Rossi e Vinales, ovviamente con gomme Rain

  • 09:56

    Tra i primi ad uscire dai box c'è Jorge Lorenzo con la Ducati

  • 09:55

    Maverick Vinales pronto a scendere in pista. Il top gun è secondo nella generale dopo due vittorie ed una caduta

  • 09:54

    Sembrerebbe aver smesso di piovere, ma la condizione è ancora ovviamente "ibrida". Valentino Rossi si prepara a scendere in pista.

  • 09:50

    Buongiorno da Jerez. Tempo da lupi come visto già nel turno di Moto3. La fortuna è che già da domani sarà una giornata migliore dal punto di vista metereologico

  • 09:42

    Si chiude la sessione di FP1 di Moto3 con il miglior riferimento di Jacub Kornfeil, davanti al nostro Arbolino. Una sessione risvegliatasi nei minuti finali visto un ulteriore scroscio di pioggia caduto su Jerez.

  • 09:26

    Buongiorno da Jerez de la Frontera dove la Moto3 sta chiudendo un turno sostanzialmente inutile: è piovuto al mattino presto ed ora sta tornando la pioggia. Dunque tantissimi piloti hanno preferito rimanere ai box e chi ha girato l'ha fatto in condizioni ibride. Sarà cosi anche per la MotoGP?

xxxx during free practice for the MotoGP of Spain at Circuito de Jerez on May 5, 2017 in Jerez de la Frontera, Spain.

MotoGP Jerez 2017: Daniel Pedrosa leader del mattino sotto la pioggia


pedrosa-vinales.jpg
Motomondiale 2017 -

Piove a Jerez de la Frontera. Non si tratta di un fortunale, ma di quella pioggia che, abbinata alle due ruote può significare solo che condizioni precarie e rimescolamento delle carte. E così è, considerando come anche le stesse previsioni meteo stanno decretando la totale inutilità delle FP1 qui in Spagna visto che domani ci dovrebbe essere bel tempo.

Detto ciò, la prima sessione di prove libere a Jerez non fa che sottolineare i punti di forza di moto, team e piloti, il tutto ben visibile proprio dalla bassa velocità con cui si è girato. La Honda e la Ducati vanno forte di trazione, la Yamaha punta a scorrere meglio, ed in queste condizioni "ibride" non a caso, la miglior prestazione va a Daniel Pedrosa che, sopratutto nel T4, mostra una superiorità impressionante. Honda e Ducati davanti, con Pedrosa primo, secondo Crutchlow ad appena due millesimi davanti ad un Jack Miller davvero convincente, terzo a 159 millesimi dalla vetta.

Quarto è Andrea Dovizioso davanti a Marquez, Folger, Aleix Espargaro, Danilo Petrucci e Jorge Lorenzo che spesso è stato nelle primissime posizioni. Non fatevi ingannare, la nona piazza è solo frutto di un salto in avanti degli avversari nelle ultimissime battute, ma Jorge con l'umido e la Ducati ha trovato il feeling.

Chi soffre un pochino di più è proprio Yamaha, con Vinales decimo a nove decimi dalla vetta e Valentino Rossi addirittura sedicesimo a 1.6 secondi dalla vetta, su un cumulo di 21 piloti totali, e oltretutto dietro le due KTM di Espargaro e Smith. Ci sarà tempo per recuperare. Domani poi, il sole dovrebbe splendere.


MotoGP Jerez de la Frontera, FP1


valentino-rossi-2017-4.jpg

01. Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 276.2 1'51.648
02. Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 275.2 1'51.650 0.002 / 0.002
03. Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 274.5 1'51.807 0.159 / 0.157
04. Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 278.7 1'51.830 0.182 / 0.023
05. Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 276.4 1'51.962 0.314 / 0.132
06. Jonas FOLGER GER Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 275.8 1'52.249 0.601 / 0.287
07. Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Aprilia 274.8 1'52.350 0.702 / 0.101
08. Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing Ducati 276.9 1'52.353 0.705 / 0.003
09. Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 280.2 1'52.359 0.711 / 0.006
10. Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 276.6 1'52.555 0.907 / 0.196
11. Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing Ducati 278.0 1'52.684 1.036 / 0.129
12. Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 272.7 1'52.834 1.186 / 0.150
13. Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 276.5 1'52.917 1.269 / 0.083
14. Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory KTM 275.4 1'53.102 1.454 / 0.185
15. Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory KTM 274.1 1'53.204 1.556 / 0.102
16. Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 273.3 1'53.263 1.615 / 0.059
17. Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 270.6 1'53.375 1.727 / 0.112
18. Sam LOWES GBR Aprilia Racing Team Aprilia 272.0 1'53.752 2.104 / 0.377
19. Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Honda 273.3 1'53.885 2.237 / 0.133
20. Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar Team Ducati 276.9 1'54.087 2.439 / 0.202
21. Takuya TSUDA JPN Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 270.6 1'54.316 2.668 / 0.229

Motomondiale 2017 - Cara vecchia Europa. Il motomondiale 2017 giunge sul circuito di Jerez de la Frontera (qui gli orari in TV del week end) e si prepara per la prima grande sfida di questa stagione. Già, perchè se a Losail Maverick Vinales ha dimostrato la sua superiorità ed in Argentina il duello con Marquez è tramontato prima ancora di iniziare a causa della caduta del campione del mondo, in Texas il giovane portacolori Yamaha ha mandato tutto all'aria dopo la miseria di due giri.

Poteva essere un colpo da KO qualora avesse fatto tris, ed invece lo sceriffo Marc Marquez ha ristabilito la sua legge in Texas. In tutto questo bailamme, a gioire è Valentino Rossi che, in una stagione iniziata in piena sofferenza, si ritrova grazie alla costanza e la tenacia in prima posizione mondiale. La sensazione poi, è che il bello debba ancora mostrarsi, semplicemente perchè l'italiano - in una fase difficile di conoscenza con questa moto - ha finalmente capito come farla funzionare.

MotoGP Jerez 2017 - la conferenza stampa del giovedi


JEREZ DE LA FRONTERA, SPAIN - MAY 04: The MotoGP riders,  Giacomo Agostini of Italy and Angel Nieto of Spain pose and celebrate the 3000 races during the press conference during the MotoGp of Spain - Previews at Circuito de Jerez on May 4, 2017 in Jerez de la Frontera, Spain.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Clima disteso e cordiale, condito con anche qualche risata quello della vigilia delle 3000 corse della classe regina. Nella sala stampa di Jerez de la Frontera va in scena la tradizionale press conference con Valentino Rossi, attuale leader del campionato, Maverick Vinales, Marc Marquez, Dani Pedrosa, Cal Crutchlow, e Jorge Lorenzo che proprio ieri ha spento le trenta candeline.

Come detto, gara numero 3000 e per l'occasione ecco presenti Giacomo Agostini e Angel Nieto.

La conferenza inizia subito con Valentino: "Una pista dalla grande storia e un'atmosfera di grande passione. E' ottimo essere il primo in classifica su questa pista, ma ogni anno è diverso, un tracciato difficile che mi piace molto”. Manca ancora quel traguardo delle 500 vittorie "ci proveremo sicuramente". Spazio poi ai test post gara: "Serviranno per lavorare sulla moto e sulle gomme, in vista di Le Mans. Sono contento dei miei numeri e darò il massimo”.

Valentino ha poi commentato i duelli storici dell'ultima curva di Jerez: "Il modo migliore per vincere lì, è arrivare con qualche secondo di vantaggio sul secondo".

In seguito è giunto il turno di Marquez: "Per fortuna in America è arrivato un buon risultato. Abbiamo fatto dei test qui nel precampionato e il passo era buono. Le Yamaha sono forti su questa pista ma noi tenteremo di fare bene e lottare per il podio. Lavoreremo duro anche durante il test di lunedì”.

"Sono contento di essere qui" ha affermato Pedrosa "Dobbiamo però migliorare ancora e sarà importante iniziare bene il fine settimana. Le qualifiche saranno importanti e proveremo a fare bene fin da subito". Piccolo siparietto carino con le domande dal pubblico della rete, proprio per Pedrosa a cui è stato chiesto di dare un lavoro ai suoi colleghi presenti qualora non fossero diventati piloti: "Marc? Qualcosa di selvaggio...Cal Crutchlow? Il commentatore! Per Maverick penso a qualcosa sulla ginnastica visto che gli piace tanto. Valentino? Beh, il dottore! E Lorenzo....il giocatore di golf professionista!"

Proprio per Jorge una giornata speciale: "Grazie per gli auguri, i trenta sono i nuovi venti. Il nostro momento? So che le aspettative erano alte. Pian piano però mi sto adattando ad una moto particolare e totalmente diversa a quella sempre guidata. Non ha le caratteristiche perfette per il mio stile di guida ma stiamo lavorando molto per migliorare in futuro. Sono contento, il mio team mi supporta costantemente e ho dimostrato di aver già preso un po’ più di confidenza. Questa è una pista non ideale per Ducati ma a me piace molto, proverò ad aumentare le migliori sensazioni”.

MotoGP Jerez 2017: Rossi nella tana di Marquez e Vinales


lorenzo_jorge_ducati.jpg

E' una sfida a tre in quel di Jerez de la Frontera ed il leit motiv è uno solo per il momento: Rossi nella tana dei due spagnoli. Attenzione però, perchè Valentino in Andalucia è sempre andato forte. In questo 2017 poi, non si può fare a meno di sottolineare la crescita di Daniel Pedrosa. Risolti i problemi alle braccia per l'uomo Honda, quest'anno il fantino di Sabadel potrebbe regalarsi delle belle soddisfazioni. Jerez dovrà rispondere anche alle domande di Ducati.

Anzi, alla domanda: Borgo Panigale è pronta per lottare al vertice? Dopo Losail gli uomini in rosso sono stati ingolbati in un vortice che li ha portati in una crisi di risultati non preventivato. C'è aria tesa dalle parti di Bologna: Jorge Lorenzo si trova ancora in una fase di adattamento con la Rossa, Dovizioso continua a parlare (qui la nostra intervista durante l'evento Seat, partner storico di Ducati, come raccontato da Livio Lodi) dei soliti problemi a centro curva.

Serve cambiare passo, cosi come serve ad Aprilia confermare quegli spiragli di grande competitività che si intravedono con Aleix Espargaro. E Suzuki? Iannone prodiga ottimismo, cerca di vedere quel qualcosa di positivo dalle parti di Hamamatsu ed elogia a destra e sinistra la casa nipponica. Ora però, con l'approdo in Europa, le carte in tavola son servite. Domenica ci saranno i primi veri verdetti di questo 2017.

vinales.jpg

MotoGP Jerez 2017 - Il tracciato di Jerez de la Frontera


jerez-de-la-frontera.jpg

Costruito nelle vicinanze di Cadice, in Andalucia, Jerez è divenuto fin da subito uno dei circuiti più importanti del panorama del motomondiale e non solo.

Gli appassionati di Formula 1 ricorderanno la grande sfida tra Michael Schumacher e Jacques Villeneuve nel 1997 quando alla Dry Sac si risolse una disupta lunga una stagione in favore del canadese. Anche le due ruote però hanno visto duelli epici battersi. Come non ricordare la sfida tra Doohan e Criville con la gente a bordo pista in una follia collettiva all'ultimo giro, con Criville che - distratto - si fece infilare da re Mick e cadde all'ultima staccata. Nei tempi recenti invece, Jerez ha visto primeggiare spesse volte Valentino Rossi, non senza qualche discussione.

JEREZ, SPAIN - APRIL 10: Sete Gibernau of Spain and Honda leads Valentino Rossi during the Spanish MotoGP at the Circuito de Jerez on April 10, 2005 in Jerez, Spain. (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)

Ci riferiamo al 2005 quando si arrivò alla famosa spallata con Gibernau. Una ruota che gira verrebbe da pensare con quella caduta con la Ducati alla prima staccata che coinvolse Casey Stoner. Famosa fu la frase sull'ambizione superiore al talento. Piccoli esempi dunque di un circuito che vanta curve a vario raggio e di varia fattura, oltretutto assegnate a piloti illustri. Curioso come la prima staccata in salita si chiami Expo92.

Subito dopo un veloce allungo ed un tornante di ritorno sulla destra, la Michelin, che allunga sulla sinistra allargando fino alla alla curva 4 in appoggio fino alla 5, la Pons che scollina veloce e porta sul rettilineo di ritorno fino alla grande staccata della Dry Sac. La parte di ritorno con curve a medio raggio in appoggio come la Angel Nieto, poi la Peliqui, la Senna - dove fu immessa anche una Chicane per le auto - e la curva Ferrari, fino all'ultima staccata, la Ducados.

MotoGP Jerez 2017 - Programma Venerdì 5 Maggio

pramac-motogp-argentina-2017-032.jpg

09:00 - 09:40 Moto3 FP1
09:55 - 10:40 MotoGP FP1
10:55 - 11:40 Moto2 FP1
13:10 - 13:50 Moto3 FP2
14:05 - 14:50 MotoGP FP2
15:05 - 15:50 Moto2 FP2

MotoGP 2017 - Classifica Piloti

RIO HONDO, ARGENTINA - APRIL 07:  Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team heads down a straight during the MotoGp of Argentina - Free Practice on April 7, 2017 in Rio Hondo, Argentina.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)
01 Valentino ROSSI Yamaha ITA 56
02 Maverick VIÑALES Yamaha SPA 50
03 Marc MARQUEZ Honda SPA 38
04 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 30
05 Cal CRUTCHLOW Honda GBR 29
06 Dani PEDROSA Honda SPA 27
07 Johann ZARCO Yamaha FRA 22
08 Jonas FOLGER Yamaha GER 21
09 Scott REDDING Ducati GBR 21
10 Jack MILLER Honda AUS 21
11 Danilo PETRUCCI Ducati ITA 17
12 Alvaro BAUTISTA Ducati SPA 14
13 Jorge LORENZO Ducati SPA 12
14 Aleix ESPARGARO Aprilia SPA 10
15 Andrea IANNONE Suzuki ITA 9
16 Loris BAZ Ducati FRA 9
17 Karel ABRAHAM Ducati CZE 8
18 Tito RABAT Honda SPA 8
19 Hector BARBERA Ducati SPA 8
20 Alex RINS Suzuki SPA 7
21 Pol ESPARGARO KTM SPA 2
22 Bradley SMITH KTM GBR 1
23 Sam LOWES Aprilia GBR

MotoGP 2017 - Classifica Costruttori

ducati-motogp-argentina-2017-025.jpg

01. YAMAHA 70
02. HONDA 54
03. DUCATI 43
04. SUZUKI 16
05. APRILIA 10
06. KTM 2

MotoGP 2017 - Classifica Squadre

motogp-2017-argentina-prove-libere-19.jpg

01. MOVISTAR YAMAHA MOTOGP 106
02. REPSOL HONDA TEAM 65
03. MONSTER YAMAHA TECH 3 43
04. DUCATI TEAM 42
05. OCTO PRAMAC RACING 38
06. LCR HONDA 29
07. EG 0,0 MARC VDS 29
08. PULL&BEAR ASPAR TEAM 22
09. REALE AVINTIA RACING 17
10. TEAM SUZUKI ECSTAR 16
11. APRILIA RACING TEAM GRESINI 10
12. RED BULL KTM FACTORY RACING 3

Calendario Mondiale MotoGP 2017

2017-motogp-qatar-2.jpg

26/03 | Qatar | Losail International Circuit
09/04 | Repubblica Argentina | Termas de Río Hondo
23/04 | Americhe | Circuit of The Americas
07/05 | Spagna | Circuito de Jerez
21/05 | Francia | Le Mans
04/06 | Italia | Autodromo del Mugello
11/06 | Catalogna | Barcelona-Catalunya
25/06 | Olanda | TT Circuit Assen
02/07 | Germania | Sachsenring
06/08 | Repubblica Ceca | Automotodrom Brno
13/08 | Austria | Red Bull Ring - Spielberg
27/08 | Gran Bretagna | Silverstone
10/09 | San Marino e della Riviera di Rimini | Misano
24/09 | Aragon | MotorLand Aragon
15/10 | Giappone | Twin Ring Motegi
22/10 | Australia | Phillip Island
29/10 | Malesia | Sepang International Circuit
12/11 | Valencia | Comunitat Valenciana - Ricardo Tormo

motogp-argentina-2017-ducati-team-3.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail