Iannone e Rins a Phillip Island sulla Suzuki GSX-R1000 R

A Phillip Island due piloti del team Suzuki Ecstar hanno potuto provare la nuova GSX-R 1000 R, la rinnovata ammiraglia sportiva della casa di Hamamatsu

A una settimana dal press launch della nuova Suzuki GSX-R 1000 sul circuito di Phillip Island, il tracciato australiano ha ospitato un altro evento che riguarda la rinnovata ammiraglia sportiva della casa di Hamamatsu: i piloti del team Suzuki Ecstar hanno potuto infatti saggiare le doti della Gixxer a pochi giorni dai test MotoGP che li vedranno impegnati sulle proprie GSX-RR da corsa.

Andrea Iannone e Alex Rins hanno avuto la possibilità di sperimentare con il proprio polso le differenze (ma sopratutto le analogie!) tra la nuova 1000 sportiva della casa giapponese e le moto che porteranno in pista nel Motomondiale 2017: con i suoi 203 cavalli di potenza e i 203 kg di peso in ordine di marcia, questa superbike sfiora lo straordinario rapporto peso/potenza di 1:1.

La versione R della nuova Gixxer è inoltre dotata di features da vera moto da corsa come quickshifter bidirezionale, launch control, Motion Track Control System e Motion Track ABS con piattaforma inerziale.

Così il pilota di Vasto ha commentato la propria prova della GSX-R 1000 R:

"La Suzuki GSX-R1000R mi ha davvero impressionato, considerando che è una moto di serie. Il motore è molto potente e l’erogazione di potenza è facile da gestire e sufficientemente docile anche per i piloti senza grande esperienza. Allo stesso tempo, però, è anche abbastanza aggressiva per soddisfare quelli più esigenti. La maneggevolezza è eccezionale. Ancora una volta Suzuki ha dimostrato di essere particolarmente abile a realizzare moto facili da guidare, con reazioni graduali e una buona agilità. La cosa che più colpisce in pista è la velocità in curva, che mi ha ricordato quella che ho trovato sulla mia GSX-RR. Mi è piaciuto anche il cambio; il quick-shifter è molto dolce e permette di tenere un buon passo senza fatica"

Anche Alex Rins è dello stesso avviso:

“La maneggevolezza di questa GSX-R1000R è impressionante. E’ facile da guidare, l’avantreno ti trasmette grande fiducia e permette praticamente a qualsiasi pilota di spingere forte o più semplicemente di divertirsi. Il motore è esuberante e allo stesso tempo lineare e ben gestibile. Nel complesso, la moto è molto efficace e ha un comportamento facilmente prevedibile. Sembra davvero un mezzo da corsa, molto stabile anche nelle staccate. Ha un’eccellente velocità nella fase di percorrenza in curva e la potenza in uscita è impressionante. Con una sportiva così ti puoi davvero gustare il piacere della guida”.

  • shares
  • Mail