Honda SH 150i 2017: prima prova

Abbiamo messo alla prova la versione 2017 dell'icona di casa Honda. Evolve ma non rivoluziona: l'Honda SH è sempre lui..perchè scooter che vince non si cambia


Honda SH 150i 2017 -

Correva l'anno 1984 quando il mondo degli scooter a ruota alta vide la nascita di un classico motorino da 50cc. Due tempi, una linea ed uno stile rinoscibile a colpo d'occhio e pedana piatta. Ecco probabilmente nemmeno la stessa casa dell'Ala avrebbe pensato che quell'SH sarebbe divenuto un'icona, un mezzo talmente rivoluzionario nella sua essenzialità, da cambiare la percezione degli scooter all'interno delle città.

Parlare di Honda SH significa fare i conti con un mezzo che dal 2001 al 2009 è stato ininterrottamente il mezzo più venduto in Italia nella cilindrata da 150cc, con oltre 1,1 milioni di unità vendute in tutta Europa. Un mito con cui dover fare poi i conti. Perchè una volta raggiunta la vetta, il difficile è mantenerla.

Ecco perchè il gravoso compito di Honda è sempre stato quello di evolvere senza rivoluzionare. Mica facile nella realtà dei fatti. La storia dell'SH infatti, va di pari passo con quella del mondo degli scooter a ruote alte. dal primo "cinquantino" l'evoluzione ha portato alla nascita del 4 tempi nel 2001. L'SH fu il primo ruote alte targato ad essere guidato sia con la patente A che con la patente B.

Nel 2005 fu introdotta l'iniezione elettronica, due anni dopo arrivò il 300cc e nel 2009 un restyling con l'introduzione del doppio freno a disco. Poi la nuova generazione del 2012 con il nuovo design e lo spazio sottosella, fino ad arrivare al nuovo modello con l'arrivo della direttiva Euro4. Un orgoglio italiano, vale la pena sottolineare, considerando come venga disegnato a Roma e prodotto nella fabbrica abruzzese di Atessa.

Tanti cambiamenti, tanti passaggi, ma la storia non cambia: l'Honda SH è e rimane l'incontrastato dominatore del mondo delle due ruote. La casa dell'Ala ha scelto la città del genio di Leonardo, degli Uffizi, di Dante per presentare il suo piccolo capolavoro che per il 2017 affila ancor di più le proprie armi. Prezzi: 3390 fc per l'SH125i ABS e 3540 fc per l'SH150i ABS. Tutti con bauletto, parabrezza e paramani di serie.

Honda SH 2017: come va



Honda SH150i 2017 9 Prima prova

Parto dalla fine e lo faccio dovendo ammettere la più totale e disarmante sincerità: è una delle poche volte in cui mi sono trovato in difficoltà nel trovare un difetto ad uno scooter. Anzi, semmai ce ne fosse stato bisogno, la fredda e piovosa Firenze, con il suo viscido pavè, ha innalzato ancor di più la nostra opinione di uno scooter vincente.

Perchè in queste prime prove, in questi primi contatti, gli elementi per analizzare un mezzo li percepisci fin dai primi metri. E' come un appuntamento (quasi) al buio ogni volta. Se la sintonia c'è, lo percepisci fin dai primi minuti. Ecco, in questo caso, cambiate la parola "sintonia" con "sicurezza, prestazioni, comodità, ergonomia".

Salgo in sella: ampia, comoda, non troppo larga. La triangolazione non affatica la schiena e non impone movimenti scomodi per le braccia in mezzo al traffico cittadino e la pedana piatta permette di poggiare i piedi e le gambe comodamente. Facile per il sottoscritto che non arriva a 170 cm di altezza, ma anche numerosi colleghi ben più alti hanno avuto la stessa impressione.

La protezione dall'aria (e dalle intemperie in questo caso) è molto buona, coadiuvata anche da un parabrezza che svolge egregiamente il proprio lavoro, cosi come il paramani, utilissimo in queste giornate fredde e di pioggia. Una caratteristica che non ho mai apprezzato degli scooter poi, è sempre stata quella di una certa "leggerezza" e poco "feeling" con l'anteriore. Ecco l'SH ha dalla sua quella capacità di farti sentire bene l'anteriore. Avverti il sostegno, ma al contempo non senti "pesantezza" e "caducità". Questo si traduce in manovre strette effettuate con velocità e sicurezza.

Firenze poi, con la sua pioggia, si rivela un probante banco di prova. Il pavè scivoloso che attraverso passando per il Ponte Vecchio non mette paura, non irrigidisce. Il motore (abbiamo messo alla prova il 150cc, ma il 125 non si discosta molto sentendo anche i nostri colleghi) è brioso, scattante, vivo. Non offre quel senso di "trascinamento", di perdita di potenza, ed in più, cosa che ho apprezzato più di tutte, è la perfetta integrazione tra la manopola del gas e l'erogazione della potenza a risultare così pronta, diretta e senza buchi da risultare eccellente. Niente, non c'è verso di metterlo in crisi.

Ci ho provato in tutte le maniere, anche simulando un "panic stop" in una zona isolata e controllata. La frenata è invero un poco spugnosa, ma pronta e vigorosa. Un difetto? Forse, ma a vedere la sua natura, non potrebbe essere altrimenti. Non si può pretendere un attacco, un mordente da Superbike per uno scooter che deve e può essere portato praticamente da tutti.

E sempre sul pavè percepisci bene il comfort delle sospensioni che lavorano in maniera egregia. Lo scooter non si scompone praticamente mai. Così è anche salendo verso il belvedere di Firenze: stabile, ancorato a terra, veloce nello scendere in piega (limitata vista la pioggia) ma sempre progressiva.

il test si conclude piuttosto velocemente anche perchè Giove Pluvio mostra la sua potenza. Un tempo limitato ma comunque sufficiente. Ora avete capito perchè ho avuto difficoltà a trovare dei difetti? Piaccia o non piaccia (il giudizio estetico rimane sempre un elemento soggettivo), verosimilmente l'SH rappresenta oggi ciò che uno scooter a ruote alte dovrebbe essere. Punto.

Honda SH 2017: com'è



Evolvere senza rivoluzionare dicevamo. Ed in effetti, la parola d'ordine è - sopratutto in termini di stile e design - rimane la medesima: rimanere fedeli alla formula SH: pedana piatta, look accattivante, con caposaldo quella fluidità delle forme che nel corso degli anni è andata evolvendosi. E' cosi che durante la conferenza stampa sono state mostrate le linee guida dal 1984 ad oggi per lo stile di questo scooter. I tratti rimangono gli stessi. Si sono ammorbiditi, affilati, inglobati, ma le linee guida non son cambiate. E' un design fluido, ispirato ad elementi di architettura e style come l'anello di Mobius.

Un ring la cui interfaccia si ingloba in un continuum senza fine. Ecco, osservate le linee dello scudo con il retroscudo e potrete capire meglio di cosa stiamo parlando. Novità? Sicuramente le nuove luci a LED sia davanti che dietro. Design si, ma anche una migliore interfaccia "uomo-macchina" grazie all'introduzione della Smart Key da tenere in tasca. Due i tasti: uno di inibizione per disattivare le proprie funzionalità - per ovvie ragioni di sicurezza - ed uno per poter identificare il proprio mezzo in un parcheggio affollato.

Soluzione più che utile sopratutto per le grandi città. Aumentato il vano portaoggetti anteriore, dotato anche di una presa da 12V. Tecnicamente non cambia la capienza del serbatoio - 7,5 litri - che mantengono quell'autonomia eccellente di 300 ed oltre km. Anche il vano sottosella rimane il medesimo, in grado di contenere un casco integrale. Cambia invece il nuovo silenziatore con un nuovo stile, e gli specchietti retrovisori.

Honda SH 2017: tecnica



Dal punto di vista tecnico, il motore del nuovo SH125/150 rimane il già ottimo monocilindrico eSP con distribuzione a due valvole ed il raffreddamento a liquido. L'omologazione Euro4 non ha "castrato" le sue prestazioni, anzi: con una nuova mappatura dell'iniezione, ora ha maggior potenza sia per il 125cc che per il 150cc: 12,2 CV a 8.500 giri/min - 15 CV a 8.250 giri la potenza, 11,5 Nm a 7000 giri/min e 13,9 Nm a 6500 giri/min la coppia.

Consumi? 47,4 km/l per il più piccolo, 43,8 km/l per il più grande, entrambi nel ciclo medio WMTC, ovviamente con il sistema stop&start (disinseribile) attivo. Un sistema questo davvero ottimizzato, in grado di arrestare il motore completamente dopo tre secondi di "minimo" con una riaccensione immediata (un sistema di decompressione rimette il pistone all'interno del cilindro per ridurre la resistenza della compressione) al solo tocco del comando del gas.

Ciclisticamente non cambiano il telaio - un tubolare in acciaio - e le quote ciclistiche, con una sella posta a 799 mm da terra ed un peso complessivo di 137 kg. Forcella telescopica da 33 mm, ammortizzatori regolabili in precarico su 5 livelli. L'impianto frenante è dotato di ABS con dischi freno da 240mm con pinza a 2 pistoncini all'anteriore. Le ruote si confermano in alluminio da 16'' con un nuovo design. Pneumatici? Michelin City Grip.

Honda SH 2017: scheda tecnica


Caratterstiche tecniche SH125 (tra parentesi i dati di SH150i) 2017
MOTORE
Tipo Monocilindrico 4T, raffreddato a liquido, monoalbero a 2 valvole, Euro4
Cilindrata (cm³) 124,9 cc (153 cc)
Alesaggio ´ Corsa 52,4 x 57,9 mm (58 x 57,9 mm)
Rapporto di compressione 11 : 1 (10,6 : 1)
Potenza massima 12,2 CV (9 kW) @ 8.500 giri/min - 15 CV (11 kW) @ 8.250 giri/min
Coppia massima 11,5 Nm @ 7.000 giri/min 13,9 Nm @ 6.500 giri/min
Capacità olio 0,9 litri

ALIMENTAZIONE
Tipo Iniezione elettronica PGM­FI
Capacità serbatoio benzina 7,5 litri
Consumo carburante (ciclo medio WMTC) 47,4 km/l (43,8 km/l), Start&Stop attivo

IMPIANTO ELETTRICO
Avviamento Elettrico
Capacità batteria YTZ8V 7Ah MF
Uscita ACG 232W @ 5.000 giri/min

TRASMISSIONE
Tipo frizione Automatica, centrifuga, a secco
Tipo cambio CVT
Trasmissione finale Cinghia a V

TELAIO
Tubolare in acciaio ad alta resistenza,
trave dorsale inferiore

CICLISTICA
Dimensioni (LxLxA) 2.034mm x 740mm x 1.158mm
Interasse 1.340 mm
Inclinazione cannotto di sterzo 26°
Avancorsa 85,2mm
Altezza sella 799mm
Altezza da terra 144mm
Peso in ordine di marcia e con il pieno
di benzina 136,9 kg (137,3 kg)
Raggio di sterzata 2 metri

SOSPENSIONI
Anteriore Forcella telescopica con steli da 33 mm, escursione 89 mm
Posteriore Doppio ammortizzatore con forcellone oscillante, escursione 83 mm

CERCHI
Anteriore 16M/C x MT2.50
Posteriore 16M/C x MT2.75
PNEUMATICI
Anteriore 100/80­16'', Michelin City Grip
Posteriore 120/80­16'', Michelin City Grip

FRENI
Anteriore Disco da 240 mm, pinza a 2 pistoncini, ABS
Posteriore Disco da 240 mm, pinza a 1 pistoncino, ABS

ELETTRONICA DI BORDO
Equipaggiamento Honda Smart Key, presa 12V
Faro anteriore LED
Luce posteriore LED

  • shares
  • Mail