La Germania vuole bandire i motori a combustione entro il 2030

A sorpresa la Germania si schiera contro i mezzi tradizionali promovendo i veicoli ad emissioni zero dal 2030

bmw-c-evolution-2014-e-12jpg

Il consiglio federale tedesco, chiamato Bundesrat, ha da poco approvato una risoluzione che prevede di abolire la vendita di veicoli con motore a combustione dopo il 2030, come riportato dal sito Spiegel. La presa di posizione dei tedeschi coglie molti di sorpresa ed inoltre la Germania ha inviato anche alla Commissione Europea una richiesta per estendere tale divieto in tutta Europa. Il peso dei tedeschi nell’UE è molto elevato quindi l’ipotesi di uno sconvolgimento generale è tutt’altro che infondata.

Tale nuova prospettiva inevitabilmente interesserà anche il mercato delle due ruote che è già ampiamente coinvolto in un processo di conversione alle emissioni zero. Ad esempio la BMW, con la presentazione della Vision Next 100, pare fare eco alle direttive della politica interna. Il mercato motociclistico, dal punto di vista delle moto ad emissioni zero, ha ancora fortissimi margini di crescita e sviluppo, prediligendo l’elettrico all’idrogeno per motivi meramente tecnici. Manca ancora molto al 2030, quindi non è dato capire cosa i vertici tedeschi abbiano in testa per promuovere la vendita di tali innovativi veicoli, se sgravi fiscali o incentivi veri e propri. Il dibattito è aperto.

  • shares
  • Mail