SBK Jerez: Rea e Sykes pronti al duello

Gli alfieri del Kawasaki Racing Team affilano le armi in vista del penultimo round stagionale del Mondiale Superbike 2016, decisivo per il titolo.

rea-2016.jpg

L'iconico circuito spagnolo di Jerez de La Frontera ospiterà questo weekend il penultimo round del Mondiale Superbike 2016 (clicca qui per orari e copertura TV) e i due contendenti per il titolo, gli alfieri del Kawasaki Racing Team Jonathan Rea e Tom Sykes, si apprestano ad affrontarlo con approcci inevitabilmente opposti.

Rea, campione in carica e attuale leader della classifica, può infatti contare su un robusto vantaggio di 48 punti a due rounds dal termine che rende più che possibile la sua incoronazione già nel weekend; Sykes, al contrario, è alla ricerca di due ottimi risultati nelle due gare spagnole per tenere aperta la disputa fino al prossimo round di Losail, in programma l'ultimo weekend del mese.

jonathan-rea.jpg

Con 9 vittorie già al suo attivo in questo 2016, Jonathan Rea vuole ovviamente vincere per conquistare subito la corona a Jerez, proprio come fece lo scorso anno:

"Dallo scorso anno Jerez ha dei ricordi molto speciali per me, quindi sono entusiasta di tornarci. Abbiamo fatto un test molto produttivo a metà stagione a Jerez, dove avevamo affinato il nostro modello attuale a avevamo anche avuto modo di lavorare su alcune parti per il 2017."

"Sembra che siamo in un buon momento e questa è la prima occasione che ho per vincere il campionato. Se facciamo un buon lavoro, possiamo raggiungere il nostro obiettivo di diventare subito campioni del mondo."

jonathan-rea-2016.jpg

Per quanto riguarda la strategia di gara, Rea ha velatamente ammesso che la rincorsa al titolo potrebbe indurlo a un atteggiamento 'conservativo':

"La vittoria del titolo è sempre nei miei pensieri, ma anche noi dobbiamo essere intelligenti perché Tom e Chaz [Davies3] stanno guidando veramente forte e sono sicuro che anche altri saranno forti a Jerez."

"Dobbiamo essere veloci e abili nel trovare il giusto set-up della moto insieme la squadra: poi quello vederemo che succederà. Io proverò a fare due belle gare, anche perché avrò tanti sostenitori in arrivo per questo fine settimana".

2016-tom-sykes-kawasaki.jpg

Anche se la sua rincorsa al compagno di box è quasi disperata, Tom Sykes non ha intenzione di darsi per vinto fino a che la matematica non avrà emesso il suo verdetto:

"Non vedo l'ora di tornare in moto, quello che ci aspetta è un fine settimana cruciale. Spero che saremo capaci di inventarci qualcosa, se le cose dovessero andar bene potremmo ritornare in lotta. Sono felice di tornare in Spagna, in Francia abbiamo ritrovato la velocità e la forma anche in condizioni di bagnato."

"In ultima analisi, le gare bagnate che abbiamo fatto quest'anno mi sono costate molto, basta guardare la differenza di punti fatti [con Rea] in condizioni di bagnato."

tom-sykes-kawasaki.jpg

Il veloce pilota inglese è infatti convinto di aver maggior possibilità di successo su asfalto asciutto, una situazione che dovrebbe trovare in entrambe le gare del fine settimana:

"Il nostro livello attuale ci fa credere di essere sicuramente in grado di combattere in condizioni di asciutto, per questo non vediamo l'ora di questo fine settimana."

"Abbiamo anche fatto dei test a Jerez quest'anno e abbiamo anche le informazioni raccolte in quella occasione su cui contare. Da allora abbiamo cambiato il set-up della moto in modo significativo, ma speriamo comunque di poter essere subito in gran forma anche a Jerez".

kawasaki-racing-team-2016.jpg

  • shares
  • Mail