Folle sfida illegale in moto organizzata su Facebook [Video]

Una gara folle, su strada aperta al pubblico, fra due internauti con il pallino della velocità.

Sfida illegale in moto organizzata su Facebook. Il noto social network può essere un ottimo collettore, capace di unire moltitudini di persone sotto gli stessi interessi. Nato per mettere in connessione gli studenti dell'Università di Harvard, questo servizio di rete sociale è un ottimo strumento per scambiare opinioni, per far conoscere le proprie esperienze o per tenersi in contatto con altre persone. In alcuni casi viene usato per organizzare incontri: fin qui nulla di male, anzi c’è tanta utilità in queste pratiche. Purtroppo alcuni cretini sfruttano il canale per organizzare delle gare clandestine, come quella proposta dal video odierno.

Il più celebre social network è stato usato in modo improprio per radunare tanta gente in una zona non meglio precisata dell’Asia, dove due teste vuote si sono sfidate su una strada aperta al transito, mettendo a rischio la propria vita, quella degli altri utenti della rete viaria e dello stesso pubblico, ammassato in modo scriteriato in alcuni punti del campo operativo.

Il montepremi da spartire pare che fosse di 20 mila dollari, ma se dovessimo quantificare in denaro l’ignoranza di chi ha organizzato l’evento e di chi vi ha partecipato, le cifre sarebbero stellari. Stupido violare la legge, ancora più stupido mettere a repentaglio la propria e l’altrui esistenza, per un confronto ridicolo e fuori senno. Simili spettacoli, se tali si possono definire, vanno assolutamente evitati. I rischi messi in mostra dal filmato devono fare da monito a chi subisce il fascino di tali strampalate e assurde iniziative.

  • shares
  • Mail