Triumph: risorge la Speed Twin?

Sono stati avvistati alcuni collaudatori Triumph alle prese con quella che sembra essere una nuova retrò bicilindrica decisamente sportiveggiante, dotata di raffreddamento a liquido ed equipaggiata con componentistica di livello. Rinasce la Speed Twin?

Speed Twin è uno dei nomi più iconici della storia di Triumph e del motociclismo inglese. Presentata nel 1937, la la bicilindrica parallela da mezzo litro di cilindrata del marchio di Hinckley era una delle poche frazionate in un mare di monocilindriche: dimensioni contenute, un prezzo competitivo e prestazioni notevoli per l'epoca fecero la sua fortuna, contribuendo a rendere il "parallel-twin" lo schema motoristico britannico per eccellenza. Ora, a distanza di 80 anni, lo storico nome Speed Twin potrebbe rivivere, reincarnandosi in un modello del tutto inedito.

triumph_speed_twin-jpg.jpg

I ragazzi di Bennets hanno infatti pizzicato alcuni collaudatori Triumph in sella a dei muletti non troppo lontani da quella che potrebbe essere la versione definitiva di un nuovo modello: parliamo di una cafè racer, una moto dalle linee classiche e sportiveggianti ispirate ai modelli del passato. Fin qui non ci sarebbe nulla di strano visto che stiamo parlando della casa inglese, uno dei marchi che più ha creduto, nel corso degli anni, al fascino del vintage: lascia ancor meno sorpresi sapere che i modelli in questione sono dotati di un bicilindrico parallelo, soluzione ben consolidata nella tradizione del brand di Hinckley.

Tuttavia, nonostante il primo sguardo possa non fare gridare allo scoop, le novità sono decisamente succulente: inanzitutto, nonostante le finte alettature che richiamano i motori del passato, il propulsore è raffreddato a liquido, come dimostra la presenza del radiatore. L'attuale twin raffreddato ad aria (in produzione dal lontano 2000) avrebbe infatti avuto vita breve con l'arrivo delle nuove norme sulle emissioni inquinanti, pertanto in questo nuovo 1100cc si è optato per una soluzione più al passo con i tempi.

triumph-speed-twin-2.jpg

Altro fatto singolare è che ad essere avvistati sulle colline spagnole sono stati non uno, ma due modelli differenti, seppur basati apparentemente sulla medesima piattaforma: si tratta con tutta probabilità di due versioni della stessa moto, l'una più tranquilla e "basic", l'altra più sportiva ed equipaggiata con componentistica di alto livello. Quest'ultima è dotata di un reparto sospensivo Ohlins, con forcelle a steli rovesciati all'anteriore e ammortizzatori regolabili al retrotreno. A frenare ci pensano invece le stesse pinze radiali Brembo a quattro pistoncini della Speed Triple R, che vanno a mordere la coppia di dischi anteriori con il surplus dell'ABS.

Come di consueto Triumph non ha rilasciato dichiarazioni, e anzi ha cercato in tutti i modi di confondere eventuali occhi indiscreti: le due moto in questione sono registrate in Gran Bretagna come due Thruxton 865, da cui tra l'altro prendono in prestito qualche pezzo (fanaleria, specchietti, cerchioni a raggi).

La casa di Hincley è pronta a sfornare la sua cafè racer con gli artigli?

triumph-speed-twin-1.jpg

  • shares
  • Mail