SBK: intervista a James "Giacomino" Toseland

James Toseland Honda Ten Kate

Nonostante la straordinaria doppietta Haga-Yamaha in quel di Monza, il leader della classifica World Superbike resta sempre lui, James "Giacomino" Toseland. Il pilota britannico ha dimostra quest'anno di essere davvero in forma: un giusto mix tra cuore, cervello e muscoli, completato da una Honda che finalmente sembra dare il giusto appoggio ai cugini Ten Kate.
Ma sentiamo le impressioni del diretto interessato già campione del mondo delle derivate di serie nel 2004: "Sono molto rilassato anche dopo le due manches non proprio al top di Monza e la doccia fredda finale ad Assen. Per molti potrà sembrare una cosa strana, ma questo deriva dal fatto che stiamo lavorando molto bene.
Ora ho 35 punti in più del secondo
(Noriyuki Haga), non sono certo pochi, ma sicuramente non sono neanche sufficienti per rilassarsi e permetterci di deconcentrarsi. L'obiettivo che mi pongo gara dopo gara è quello di incrementare il mio vantaggio sugli altri, poi anche se non ci si riesce, l'importante è aver dato il massimo ad ogni manche."
Già da tempo si parla della partecipazione di James alla storica 8 ore di Suzuk, vinta qualche anno fa dall'attuale coppia Yamaha Rossi-Edwards: "Si, è vero. Abbiamo parlato di questa possibilità già un paio di mesi fa. Avrò l'occasione di effettuare una due giorni di test in Giappone dopo Silverstone, per poi affrontare la gara la settimana prima dell'impegno di Brands Hatch. So benissimo quanto questa competizione sia importante per la Honda e ci tengo a non deludere le loro aspettative."
Prima gara endurance per Toseland quindi: "Esperienza davvero unica. Non ho mai guidato una Honda ufficiale prima d'ora nè ho esperienza con gli pneumatici Michelin. Mi dovrò confrontare con una nuova realtà ed un nuovo tracciato, quello di Suzuka, sul quale non ho mai girato prima. Per me sarà davvero una grande sfida."
via | WorldSBK.com

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: