SBK: test "utile" per Aruba Ducati a Misano

Davies e Giugliano in pista sul tracciato romagnolo in vista del prossimo round del Mondiale Superbike 2016, in programma sulla medesima pista.

sbk-ducati.jpg

A poche ore dal round di Donington Park, caratterizzato da risultati altalenanti, Chaz Davies e Davide Giugliano sono tornati in pista a Misano Adriatico ieri e oggi per una 'due-giorni' di test già da tempo programmata dal team Aruba.it Racing - Ducati. Il test ha ovviamente assunto particolare importanza in vista dell’ottavo round del Mondiale Superbike, in programma sul medesimo tracciato il weekend del 17 al 19 Giugno.

Davies e Giugliano hanno percorso rispettivamente 105 e 108 giri sulle rispettive Panigale R, effettuando diverse prove comparative e lavorando per migliorare il set-up di base anche con gomme usate. La pioggia caduta oggi dopo la pausa pranzo ha impedito a entrambi di svolgere i long-run in programma per le ultime ore del test, ma entrambi si sono comunque detti soddisfatti di quanto fatto sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli.

ducati-davies-giugliano.jpg

Nella due giorni in riva all'Adriatico, Chaz Davies ha fatto segnare un miglior crono personale di 1’35.485:

“Dopo tante gare, sembrava passato davvero molto tempo dagli ultimi test. È stato indubbiamente positivo avere a disposizione due giorni per effettuare diverse prove che non ci è possibile fare durante un weekend di gara. Peccato che il meteo ci abbia tolto qualche ora di pista, ma abbiamo trovato un paio di buone soluzioni che dovrebbero rappresentare un ulteriore passo avanti nel nostro setup di base e questa è la cosa più importante."

"A questo punto della stagione tutti gli avversari sono in grado di essere veloci fin dai primi turni, anche se sicuramente sono stati test utili anche per arrivare alla prossima gara maggiormente preparati. Lo scorso anno Misano non è stato un weekend facile per noi, e contiamo di rifarci tra poche settimane”.

davies-2016.jpg

1’35.510 il miglior tempo messo a segno nella due giorni da Davide Giugliano, che così ha commentato l'esito del test:

“Abbiamo verificato alcune idee, soprattutto in termini di elettronica, che si sono rivelate abbastanza azzeccate. È sempre importante poter fare dei test approfonditi sul setup di base, perché durante le gare ci si concentra solo sulla velocità pura, e sono convinto che abbiamo fatto un altro passo nella giusta direzione. Ho anche provato un comando di freno posteriore azionato a pollice con buone sensazioni, anche se logicamente devo ancora prenderci la mano".

"Nelle ultime gare siamo stati progressivamente più veloci, ed ora il prossimo obiettivo è quello di fare un weekend intero senza cali di prestazione. Sfortunatamente la pioggia ci ha fatto chiudere le serrande in anticipo, ma sono stati due giorni importanti e costruttivi in vista della gara di Misano”.

giugliano.jpg

  • shares
  • Mail