MotoGP: Bradley Smith firma con KTM per 2 anni

Il pilota inglese e la casa austriaca correranno insieme nella Premier Class del Motomondiale nelle stagioni 2017 e 2018.

bradley-smith-motogp-2015-48.jpg

Solo qualche giorno fa aveva esternato le sue preoccupazioni per le chances praticamente nulle di essere confermato dal team Monster Yamaha Tech, dichiarandosi nel contempo pronto e maturo per diventare un pilota 'ufficiale', ma quando ha fatto quelle dichiarazioni aveva già pronto un asso nella manica.

Il britannico Bradley Smith ha infatti raggiunto l'accordo con KTM per diventare pilota ufficiale del nuovo team factory della casa austriaca in MotoGP, accordo valevole per le stagioni 2017 e 2018. L'inglese di Oxford, classe 1990, si appresta quindi a lasciare la scuderia francese dopo quello che sarà il suo quarto anno con loro in MotoGP (preceduti da altre due stagioni in Moto2). L'anno prossimo correrà quindi con la RC 16, prototipo attualmente sviluppato dal tris di collaudatori Mika Kallio, Randy de Puniet e Alex Hofmann.

2016-bradley-smith-yamaha-tech-3-5517.jpg

Pit Beirer, responsabile del progetto MotoGP per la casa di Mattighofen, ha così commentato l'arrivo del pilota britannico, ieri ottavo nel GP del Qatar:

“Il nostro progetto MotoGP sta procedendo esattamente secondo i piani. Sia gli ingegneri in fabbrica che il test team stanno facendo un lavoro altamente professionale con le due moto a nostra disposizione e i test riders. Con la firma di Bradley Smith come pilota factory per i prossimi due anni possiamo ora pensare allo step successivo nel nostro lungo viaggio verso la MotoGP. A soli 25 anni, Bradley sta competendo ora nella sua quarta stagione nella classe regina, l'anno scorso è arrivato 2° a Misano e 6° nel Mondiale, è chiaramente il pilota migliore tra quelli dei team satellite.”

ktm-rc16-valencia-2016-1.jpg

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: