Parlamento Europeo: le due ruote hanno un ruolo nella mobilità sostenibile

Le due ruote come soluzione ai problemi della mobilità grazie al report di Wim van de Camp adottato dall'Unione Europea.

wim-van-de-camp.jpg

Il Parlamento Europeo pochi giorni fa ha adottato il report di Wim van de Camp (Eurodeputato olandese e motociclista) per il miglioramento della Carta Bianca dei Trasporti che era stata messa punto nel 2011 con l'intenzione di dettare le linee per una mobilità sostenibile. Nel nuovo documento moto e scooter sono visti come un modo per risolvere i problemi della mobilità urbana perché in grado di risolvere i problemi di traffico congestionato e di parcheggio oltre che rappresentare una carta vincente per la logistica su brevi distanze. Il report aggiunge che questa nuova direzione deve seguire le normative di legge e le linee guida della UE in termini di trasporti.

piaggio_mp3_yourban_lt_41jpg

Il report di Van de Camp in sè non ha valenza legislativa, ma farà da base per lo sviluppo di leggi in diverse areee. Tutto questo comporterà una semplificazione e un incoraggiamento all'uso delle due ruote a motore su scala europea e le esigenze di questo tipo di veicoli saranno prese in considerazione per la realizzazione di nuove strade e il mantenimento delle vecchie. Il Parlamento Europeo si muoverà anche per una riduzione degli incidenti legati all'uso di moto e scooter nelle aree urbane. Il report si tradurrà inoltre in una maggiore attenzione da parte dei soggetti competenti nei confronti del mantenimento delle strade urbane ed extraurbane, con una riduzione delle buche e dei dossi che causano parecchi danni ogni anno agli utenti delle due ruote.

"Un passo importante, perché è la prima volta che il Parlamento Europeo riconosce l'importanza delle motociclette per quanto riguarda i trasporti", spiega Dolf Willigers (General Secretary di FEMA, European Federation of Motorcyclists’ Associations), "Noi lo diciamo da tempo, le due ruote sono parte della soluzione ai problemi della mobilità urbana, l'uso di questi mezzi deve quindi essere stimolato e facilitato. In città come Parigi o Roma ci sarebbero enormi problemi se chi normalmente usa le due ruote decidesse di optare per l'auto o per altri mezzi. Siamo quindi molto grati al report di Wim van de Camp e al Parlamento Europeo che ha deciso di adottare questo documento. Speriamo che la Commissione Europea ora sappia intraprendere azioni adeguate".

fema-dolf-willigers.jpg

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: