Graziano Rossi: "E' il miglior Valentino di sempre"

Il padre del fuoriclasse pesarese loda il 'Dottore' per la competitività dimostrata nella prima parte di stagione.

01-rossi-valentino-2016.jpg

Dopo il deludente biennio trascorso alle dipendenze del team ufficiale Ducati, non erano in molti a credere che Valentino Rossi sarebbe potuto tornare ad altissimi livelli di competitività in MotoGP - tali da poter aspirare di nuovo al titolo iridato - ma Graziano Rossi, padre del 9-volte iridato, era sicuramente tra questi.

Oggi, a metà della terza stagione della sua 'seconda era' in Yamaha, il 'Dottore' è in testa al Mondiale con 13 lunghezze di vantaggio sul compagno di box Jorge Lorenzo, a dimostrazione che Rossi Sr. ci aveva visto giusto. E in una recente intervista rilasciata alla Gazzetta dell Sport, alla domanda se ritenesse il figlio nella sua miglior forma di sempre, ha risposto:

"Sono d’accordo, probabilmente è così, perché quando Valentino era ragazzo non aveva questa motivazione e maturità sportiva, che è diversa dall'esperienza, che serve solo per andare più piano, non è mai servita per andare più forte… La maturazione è quella che spinge Valentino a voler sempre imparare dagli altri di continuo, senza mai avere la presunzione di sentirsi il più bravo: lui ha l’intelligenza e l’umiltà di voler apprendere non solo da Marquez, cioè dal pilota di riferimento del 2014, ma anche da Lorenzo, Pedrosa, Iannone e da tutti gli altri".

yfr_150626150316443_12.jpg

E per quanto riguarda gli avversari del fuoriclasse pesarese nella rincorsa al titolo mondiale, Graziano Rossi ha osservato:

"Marquez è una somma di qualità mai vista negli avversari precedenti e Lorenzo è in grado di ottenere risultati alla pari di Marquez. Pedrosa, in qualche occasione, come al Sachsenring, non è da meno: sono tre piloti di livello mai visto. Tre avversari così, tutti insieme, sono qualcosa di unico, anche nell'evoluzione della guida: anche Kenny Roberts, ai miei tempi, aveva iniziato a stendersi fuori dalla moto, ma non era così influente sul tempo sul giro, mentre adesso lo stile fa la differenza, eccome. Il corpo sulla moto si gestisce in maniera differente ed è una difficoltà in più per Valentino: essendo più alto degli altri, è maggiormente penalizzato ad appendersi fuori dalla moto".

01-valentino.jpg

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: