Honda SH300i ABS 2016: la prova su strada

Honda SH300i ABS 2016: cambia tutto per fare ancora meglio. Ora, è praticamente perfetto.

Passano gli anni, e 30 sono tanti, cambiano mode-tendenze e stili di vita. Ma l’Honda SH è sempre lì in vetta alle classifiche. E’ il mercato a dirlo, e il milione di SH circolanti sulle strade di tutta Europa. Nel 2015 si rinnova completamente, nello stile nella tecnologia e nei contenuti, per non cambiare mai.

Mantiene infatti le caratteristiche che ne hanno decretato il successo: ruota alta, pedana piatta, sella bassa, pratico e facile oltre che piacevole e prestazionale. Oggi però c’è anche qualcosa in più: finalmente in Honda hanno ceduto alle richieste dei clienti e colmato una lacuna delle precedenti versioni, insieme al nuovo telaio in acciaio è arrivato un sottosella più capiente e pronto ad accogliere un casco integrale.

Non si tratta solo di questo. L’SH 300i ABS 2016 è tutto nuovo. Dalla carena, alla strumentazione, alla ciclistica e le prestazioni. Ha una dotazione di serie più che completa con l’aggiunta di due chicche: fari full Led e la pratica SmartKey. Bianco, grigio opaco e lucido, rosso, nero, o blu ha di serie ABS a due canali, bauletto, paramani e parabrezza, a un prezzo di lancio di 5.140 Euro franco concessionario. L’abbiamo provato sulle strade delle Capitale. Ecco com’è e come va.

Honda SH300i ABS: com’è



Con la versione 2016, il design torna a dettar legge in maniera prepotente. Il nuovo SH300i è decisamente più sportivo ed elegante rispetto al precedente. Nonostante sia tutto nuovo, il family feeling è evidente. Un SH 3.0 in tutti i sensi, più moderno e tecnologico, ma pur sempre uguale a se stesso.

Le novità più importanti sono tutte nel frontale che, per la prima volta, affianca alle classiche DRL un faro full Led. Subito dietro lo scudo, invece, scopriamo un inedito blocchetto di accensione che, grazie alla SmartKey con transponder ha mandato in pensione la cara vecchia chiave. Ora basta tenerle in tasca, girare il quadro e premere start. Più semplice, pratica e sicura.

Inedita anche la strumentazione con una nuova grafica e un comodo computerino di bordo per le informazioni sul chilometraggio parziale/totale, consumo istantaneo e medio.

Il telaio in acciaio, rivisto e irrigidito, è stato allargato nella zona centrale per aumentare lo spazio del sottosella fino a 19 litri; un volume capace di accogliere un casco integrale una leggera tuta antipioggia e il classico kit attrezzi in dotazione. Anche l’interasse è cresciuto, ed pari a 1.438 mm, 16 mm in più rispetto al precedente.

Il motore è stato aggiornato insieme alla trasmissione per avere maggiore coppia e potenza ai bassi e medi regimi. Il monocilindrico quattrovalvole iniezione rispetto a prima perde un CV, ma gli attuali 25,2 CV e sono erogati 1.000 giri più in basso a 7.500 g/m, come la coppia di 25,5 Nm a 5.000 g/m. Anche senza lo Start&Stop l’SH300 consuma l’8,7% in meno del precedente e con 33,3 km/l, è anche già omologato Euro 4, con un anno di anticipo rispetto alla normativa europea.

SH300i ABS: come va



Voto 9 Prima impressione

Ricordo ancora nettamente la prima volta in sella al primo SH 300

. Ricordo molto bene quando in autostrada ruotai tutta la manetta del gas. Sensazioni "forti" perché l’SH300 era impressionante in città e nel misto, ma “oscillava” alla velocità massima. E poi quel vano sottosella così piccolo su uno scooter “grande” non l’ho mai digerito. Piccole carenze di un giovane SH300.

Oggi, c’è poco da dire. I difetti sul nuovo SH300i vanno cercati col lanternino e per giunta sono alquanto soggettivi. Sali in sella e vai. Come se fossi sceso un secondo prima, come se fosse il tuo scooter di sempre. Alla classica maneggevolezza e praticità sul m.y. 2016 si è aggiunta una invidiabile stabilità.

Ma ripartiamo da capo. Il design mi piace, l’ergonomia pure, anche se ora la seduta è a 805 mm da terra (+ 20 mm) e la posizione di guida, anche per la nuova sella, è più raccolta. La nuova SmartKey è semplice e pratica, e come per la guida, ci si adatta subito. Chiave in tasca e via senza pensieri.

Il press test prevede un giro di circa 150 km divisi tra urbano, extraurbano e statali provinciali con rientro nella Capitale e passaggio in pieno centro. Giochiamo in casa, quindi, e non c’è cosa migliore che provare sulle strade che percorri tutti i giorni.

In sella, il feeling è immediato. Fin dai primi metri l’SH300i ABS infonde sicurezza e confidenza. Nel caotico traffico romano è un piacere ritrovare facilità e agilità tipica dell’SH, anche nei passaggi più ostici. L’asfalto romano non fa sconti e insieme alla solidità delle plastiche e a una buona capacità di assorbimento globale, notiamo anche una taratura delle sospensioni per nulla cedevoli, anzi abbastanza sostenuta. Lasciamo il centro di Roma immersi nel traffico provo così a tenere sott’occhio i consumi.

Dal G.R.A., all’Aurelia e poi ancora sulle statali di campagna. La trasmissione è molto morbida nella risposta e l’SH sulle strade levigate trasmette un gran comfort, anche perché è praticamente privo di vibrazioni anche ben oltre i 100 km/h. Le strade si fanno più tortuose, apprezzo la precisione di guida e resisto ancora ad una condotta “civile” con l’acceleratore… almeno fino al primo coffee stop. Al punto di ristoro, il display parla chiaro; nonostante sia rimasto in testa al gruppo di giornalisti, nei primi 46,3 km ho un consumo medio di 2,8 l/100 ovvero 35,7 km/l meglio del dichiarato!

Alla ripartenza voglio godermi dinamica e prestazioni al massimo. Lasciamo il Borgo di Tragliata per andare verso Anguillara sui percorsi che costeggiano il lago di Bracciano. Un tratto di strada che unisce un misto stretto a curvoni veloci. Il 279 cc risponde puntuale ad ogni richiamo con il gas. Lo spunto da fermo è progressivo ma efficace, la trasmissione è molto ben tarata, più fluida che reattiva come ci ha sempre abituato Honda. L’SH300i fa comunque strada e più si forza e più si percepisce il lavoro dei tecnici volto a garantire maggiore stabilità.

l'equilibrio dinamico dell'SH300i, è un riferimento per tutti

Preciso e comunicativo in curva, è anche rapido nei cambi di direzione. I pneumatici Metzeler FeelFree 110-130/70 R16 hanno il loro bel da fare perché l’SH300i permette grandi pieghe in completa sicurezza, neanche fosse uno scooter di indole puramente sportiva. E invece riesce a fare tutto senza problemi, assecondando anche i pruriti di chi abitualmente si muove in moto.

Merito è del telaio più rigido e dell’interasse maggiorato di 16 mm, ma anche delle sospensioni ben frenate sia all’anteriore che al posteriore. Si guida perciò ancora meglio di prima, anche perché il peso è fermo a 169 kg con il pieno ( - 1kg rispetto al vecchio). Facile, intuitivo è anche stabile e rigoroso sul veloce, come abbiamo provato lanciandoci alla ricerca della velocità massima che sull’SH equivale a leggere 160 km/h di tachimetro - al limitatore di giri -. Design, praticità, prestazioni, comfort e piacere di guida. Ora poi l'ABS a due canali è di serie. Insomma, è tutto nuovo ma è sempre il “solito” SH. Praticamente perfetto sotto quasi ogni aspetto.

Qualche difetto? Il vano nel retroscudo è piccolo e un po' “leggerino” nella chiusura a pressione e le sospensioni che regalano grande stabilità sono anche un po' secche sul classico sanpietrino romano. Tornando ai consumi, dopo aver tirato per il resto del percorso, pensavo di veder schizzare il consumo medio e invece dopo 155 km è rimasto di 3,4 l/100 ovvero 29,4 km/l. Niente male, per un ruote alte da oltre 140 km/h effettivi no?

Honda SH300i ABS: la scheda tecnica



MOTORE

Tipo 4 tempi, monocilindrico a 4 valvole
(SOHC), raffreddato a liquido, Euro 4
Cilindrata 279,1 cc
Alesaggio × corsa 72 x 68,5 mm
Rapporto di compressione 10,5 : 1
Potenza massima 18,5 kW (25,2 CV) @ 7.500 giri/min
Coppia massima 25,5 Nm @ 5.000 giri/min
Capacità totale olio 1,7 litri
ALIMENTAZIONE
Tipo Iniezione elettronica Honda PGM-FI
Capacità serbatoio carburante 9 litri compresa riserva
Consumi 33,3 km/l (ciclo medio WMTC)*
Emissioni di CO2 70 g/km
TELAIO
Tipo Semi-doppia culla, tubolare in acciaio
CICLISTICA
Dimensioni (L×L×A) 2.131 x 728 x 1.193 mm
Interasse 1.438 mm; Inclinazione cannotto di sterzo 27° 30' ; Avancorsa 98 mm
Altezza sella 805 mm, Altezza da terra 130 mm
Peso in o.d.m. e con il pieno 169 kg (ant.: 65 kg; post.: 104 kg)
SOSPENSIONI
Anteriore Forcella telescopica, steli da 35 mm
Posteriore Forcellone con doppio ammortizzatore
RUOTE
Anteriore e posteriore in alluminio pressofuso a 6 razze sdoppiate
Cerchio anteriore 16 x MT2.75
Cerchio posteriore 16 x MT3.50
Pneumatico anteriore 110/70-16 (52S)
Pneumatico posteriore 130/70-16 (61S)
Informazioni stampa SH300i ABS 2016
FRENI
Con ABS a due canali
Anteriore Disco da 256 mm x 4,5 mm con pinza a doppio pistoncino
Posteriore Disco idraulico da 256 mm x 5 mm con pinza a pistoncino singolo

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: