Legge 168/2005 - telenovela finita?



Come un pessimo reality show che fa flop, la famigerata 168/2005 sembra definitivamente destinata al cassonetto dei rifiuti non reciclabili.

Il condizionale è d'obbligo, vista la penosa sequela di dichiarazioni contrastanti che hanno portato uno dei più clamorosi assurdi legislativi italiani a sopravvivere sin quì, ma la fonte (Motorpress) e le circorstanze, questa volta sembrano esserci tutte, per mettere la parola fine a questa triste vicenda.


Si legge infatti su Motopress, che la Commissione Lavori Pubblici del Senato, avrebbe introdotto una serie di emendamenti al testo della 168/05, dalla quale dovrebbe così scomparire la confisca (rimane però per i casi di utilizzo del motociclo per compiere reati), che verrebbe sostituita da un fermo amministrativo da 30 a 60 gg.

Mancano i dettagli (se dovessero essere punite con il fermo infrazioni come la guida con postura inadatta e il trasporto di carichi inidonei, rimarrebbero in piedi le ingiustizie, rispetto alle sanzioni per i conducenti di altri veicoli...) e bisogna attendere sino al 19 ottobre per la ratifica degli emendamenti ma, forse, un sospiro di sollievo possiamo pur tirarlo.

In attesa di vedere la notizia su carta bollata, non dimentichiamoci di chi ha fatto e detto cosa, in merito a questa legge, non vorremo certo che la passino liscia?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: