Biaggi: "non sono riuscito a fermarmi sullo sporco"

SBK 2012 Mosca

Il primo weekend della Superbike in terra russa si chiude nel peggiore dei modi per l’Aprilia Racing Team. Sia Max Biaggi che Eugene Laverty sono infatti usciti dalla contesa durante Gara2 a causa di due cadute, mentre lottavano nel gruppo dei primi.

La competitività dei piloti Aprilia al Moscow Raceway si era messa in luce durante Gara1, che Max ha concluso sul terzo gradino del podio immediatamente seguito dal compagno di squadra.
Nella seconda manche, Max Biaggi stava recuperando posizioni dopo le fasi concitate seguite alla partenza. Nel corso del nono giro, durante un tentativo di sorpasso ai danni di Rea nell’ultima staccata, Max è entrato in contatto con Haslam che lo precedeva finendo a terra. Nessuna conseguenza fisica per il pilota inglese e il Corsaro, che perde però punti importanti in ottica campionato.

La caduta non ci voleva – conferma un deluso Max BiaggiPurtroppo spostandomi nella staccata sono finito dove l’asfalto è sporco e non sono riuscito a rallentare. Ho visto Haslam avvicinarsi ed ho cercato di evitare il contatto, senza riuscirci. Mi sono subito scusato con lui, pensavo si fosse fatto male invece fortunatamente mi ha rassicurato. Dopo il podio nella prima gara volevo stare davanti, ora il campionato si complica ma non è certo finita”.

SBK 2012 Mosca
SBK 2012 Mosca
SBK 2012 Mosca
SBK 2012 Mosca

La sfortuna ha compromesso anche il weekend di Eugene Laverty, ottimo quarto al traguardo di Gara1 dopo aver lottato per 25 giri nel gruppo dei migliori. La seconda gara stava confermando il buon momento di Eugene, ancora a ridosso del podio e autore di una prestazione aggressiva. Proprio quando sembrava aver avuto la meglio su Rea conquistando il terzo posto, una improvvisa perdita di aderenza e la conseguente caduta lo hanno costretto al ritiro. Una beffa che non pregiudica il giudizio positivo su quanto messo in mostra nel corso del weekend.

Gara1 non è andata male, considerando la scelta sbagliata della gomma anteriore. In Gara2 mi aspettavo di avere più trazione, cosa che non è accaduta, anzi, dopo pochi giri già facevo molta fatica a tenere il passo. Da metà gara in poi anche quelli davanti hanno rallentato quindi sono riuscito a ricongiungermi con il gruppo, prima che una perdita improvvisa di aderenza mi mettesse fuori gioco a sole due curve dal traguardo”.

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina: