CIM: il 23 Settembre protesta contro il pedaggio sullo Stelvio

Il Coordinamento Italiano Motociclisti (CIM) chiama a raccolta i motociclisti e cittadini italiani contro l'imposizione del pedaggio sullo Stelvio e sugli altri Passi Alpini, che la Provincia Autonoma di Bolzano guidata da Luis Durnwalder imporrà dal 2013 sul versante altoatesino. Il CIM chiede il supporto della cittadinanza contro "una scelta sbagliata ed inaccettabile. Soprattutto perchè questo pare essere solamente la prima di tante possibili gabelle: dopo lo Stelvio dovrebbe toccare a Gardena e Sella, facendo diventare quindi a pagamento il famoso 'Sellaronda'."

Super Tenere Experience 2012 Stelvio

Il CIM si schiera quindi apertamente contro il principio secondo il quale ogni Ente Locale potrebbe arrogarsi il diritto di sottoporre a gabelle gli utenti della strada, un principio le cui conseguenze dal punto di vista turistico ed economico - anche al di fuori della sfera prettamente 'motociclistica' - sono facilmente intuibili. Secondo il CIM le imposizioni a carico di automobilisti e motociclisti introitate da Stato ed Enti Locali italiani (accise ed Iva sui carburanti, imposta sulle assicurazioni, tassa di proprietà etc.) hanno già raggiunto un livello insopportabile, che di fatto sta provocando il crollo dei rispettivi mercati con gravi ricadute in ambito produttivo ed occupazionale.

Per dar modo a tutti di far sentire la propria voce contro il provvedimento, il CIM ha deciso di organizzare un evento di protesta che si terrà proprio allo Stelvio Domenica 23 Settembre 2012 dalle ore 9:30 alle 16:00, dove sarà presente anche un gazebo del CIM montato proprio in cima al Passo più alto d'Italia. Inoltre, una petizione on-line del CIM contro l'introduzioni del pedaggio sulla statale dell Stelvio è gia attiva tramite questo link.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: