Special: Wrenchmonkees Kawasaki Z750

Wrenchmonkees Kawasaki Z750

Tempo fa vi avevamo presentato la Wrenchmonkees Z1000, splendida special realizzata dall’omonimo laboratorio di Copenaghen, partendo dalla carcassa di una Kawasaki Z1000. I “Monkees” devono apprezzare parecchio le serie Z della Kawa e con questa Wrenchmonkees Z750 raggiungono forse anche l’apice della loro carriera.

Da circa un anno la moto era parcheggiata nel garage dei Monkees che, girandoci attorno e pensandoci sopra, avevano avuto l’intenzione di tirarne fuori una scrambler: poi il colpo di fulmine tra un cliente folgorato dalla vecchia Kawa, che però voleva a tutti i costi una cafè racer con pneumatici Firestone e serbatoio originale.

Eccolo accontentato: un’opera notevole, costata ben 140 ore di lavoro e che mantiene ben poco del modello originale. Il motore è stato ricostruito, sono stati installati carburatori sono Keihin CR 33, filtri K&N, il telaietto posteriore, la sella, i parafanghi e anche l’alloggiamento dei fari sono completamente artigianali, pezzi unici dei Monkees.

Wrenchmonkees Kawasaki Z750
Wrenchmonkees Kawasaki Z750
Wrenchmonkees Kawasaki Z750
Wrenchmonkees Kawasaki Z750
Wrenchmonkees Kawasaki Z750

I cerchi sono da 18 pollici, in stile Borrani (mitica azienda milanese nata nel ’22 che ha fornito ruote, tra gli altri anche a Enzo Ferrari) e conferiscono alla moto un delizioso stile retrò, controbilanciato da una linea aggressiva conferitagli da un baricentro molto basso e dal manubrio strettissimo.

La Wrenchmonkees Z750 è una moto che potrebbe anche non piacere, ma che sicuramente non può lasciare indifferenti: stile e carattere da vendere sono forse le sue più spiccate qualità. Se dobbiamo proprio trovare un difetto potremmo dire che, nonostante sia un pezzo unico, a una prima occhiata non lascia esterrefatti. Ma questo può anche essere un pregio, specialmente per tutti coloro che amano farsi notare, ma senza dare troppo nell’occhio.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: