Capirossi e Ducati Super in casa Honda

Loris Capirossi


Un Capirossi in forma strepitosa ha firmato un altro capolavoro sul circuito giapponese di Motegi.

In testa dal primo all'ultimo dei 24 giri previsti, Loris ha aumentato gradualmente il distacco da Marco Melandri e Valentino Rossi.
Capirossi era nettamente superiore a tutti, tanto che quando Rossi ha superato Melandri per tentare il suo attacco, ha fatto registrare un bel 1'47.5 a 5 giri dalla fine, aumentando così il proprio margine che gli ha permesso di arrivare primo al traguardo staccando i connazionali.

I 600 ducatisti giapponesi che affollavano la tribuna Ducati portano a casa lo splendido ricordo di questa seconda vittoria che Loris Capirossi ha conquistato nel Paese del Sol Levante, uno dei mercati più importanti per il marchio italiano, che qui è particolarmente apprezzato e seguito.

Oggi sarà una giornata importante per i piloti del Ducati Marlboro Team, che nel pomeriggio saranno impegnati con il test della Desmosedici GP7 equipaggiata con il motore da 800cc.

"Sono contentissimo! Ho preparato la gara meglio degli altri già a partire dal venerdì e posso dire che i tecnici della Bridgestone, così come la mia squadra, hanno lavorato davvero molto bene. - ha detto Capirossi a fine gara - Oggi ho utilizzato una gomma che non avevo mai usato in gara prima di oggi. Il mio obiettivo era quello di scattare davanti e tenere il mio ritmo senza preoccuparmi degli altri. Credo di aver fatto una gara perfetta perché quando si è in testa è molto facile sbagliare, invece non ho sbagliato niente. Questa è stata una vittoria "di nervi" perché all'inizio Marco era attaccato a me, poi si è avvicinato Valentino ma io ho fatto la mia gara e ho pensato solo a quello che dovevo fare, fino in fondo.

"Oggi non ho vinto io ma ha vinto tutta la squadra: grazie alla Ducati e a Filippo Preziosi, con cui abbiamo fatto crescere questa moto portandola a un livello eccellente. Ognuno ha i suoi meriti: loro sono bravi a fare le moto e io a dare del gas quando serve! Sono felice perché quando c'è un'occasione io riesco sempre a prenderla. Io ci sono, sto andando forte e sono davvero molto contento. Peccato per l'Australia ma non voglio recriminare nulla di questo Campionato. Soprattutto nelle ultime gare la Bridgestone ha fatto ottime cose e penso che saremo pronti per affrontare bene anche gli ultimi due appuntamenti. Il titolo è lontano ma non impossibile e noi tireremo i remi in barca solo quando e se sarà il momento".

via | Ducati Corse

  • shares
  • Mail
53 commenti Aggiorna
Ordina: