MotoGP, Austin: il team Suzuki Ecstar punta alla Top 10

MotoGP 2015 - Il team ufficiale di Hamamatsu si prepara al GP delle Americhe con l'obiettivo di migliorare quanto fatto in Qatar. Espargarò "Possiamo arrivare più vicini al top..."

01 esparagro suzuki

Il team Suzuki Ecstar si prepara ad affrontare il secondo round della MotoGP 2015 con l'obiettivo di proseguire il lavoro di sviluppo della sua GSX-RR.

Dopo aver mancato la Top 10 nel GP inaugurale del Qatar (con Aleix Espargarò 11° e Maverick Vinales 14°), la squadra ufficiale di Hamamatsu guarda al GP delle Americhe di questo fine settimana (clicca qui per orari e copertura TV) sperando di effettuare un ulteriore step in termini di competitività, anche se il un mix di rettilinei veloci e tornanti stretti del tracciato di Austin richiederà un particolare lavoro di affinamento del set-up.

MotoGP Qatar 2015 - Gallery Fotografica

Aleix Espargaro, pilota di punta del team, è tra i primi ad ammettere che il target della squadra per il weekend texano sarà quello di migliorare il piazzamento ottenuto sotto i riflettori del Qatar:

"Sono curioso di vedere come andrà la gara di Austin. In Qatar avevamo l'obiettivo di finire la gara e lo abbiamo raggiunto, ma avremmo potuto far meglio in termini di posizione finale: il nostro obiettivo primario in Texas sarà quindi quello di far meglio dell'11a posizione. Il circuito è molto particolare, con un rettilineo molto lungo che non ci renderà le cose facili, ma ci sono curve sia veloci che lente dove potremo approfittare dell'ottimo telaio e della grande maneggevolezza della GSX-RR. Naturalmente sarà fondamentale trovare un buon set-up di base, ma io non vedo l'ora di tornare a correre: so che possiamo migliorare e arrivare più vicini al top, quindi non ci resta che lavorere duramente per ottenere risultati migliori."

MotoGP Qatar 2015 - Gallery Fotografica

Il rookie del team Maverick Viñales non ha affatto sfigurato nel round di Losail, conquistando i 2 punti del 14° posto dopo aver battuto allo sprint delle 'vecchie volpi' come Hector Barbera e Stefan Bradl. Anche per lui, l'obiettivo del weekend è quello di continuare a progredire:

"Il mio piano per Austin è quello di migliorare il nostro approccio alla gara, poco a poco, senza commettere errori, arrivando a stabilire un solido metodo di lavoro per risolvere i piccoli problemi che abbiamo avuto in Qatar. Ho ancora molto da imparare, quindi lavorerò sul mio stile di guida e sulla ricerca delle traiettorie più efficaci in gara per la GSX-RR. Cercherò anche di migliorare il mio feedback al team: so che Suzuki può migliorare molto la moto se gli diamo buone informazioni. Austin è una pista che mi piace molto: ci ho ottenuto dei buoni risultati nei due anni precedenti in Moto2 e Moto3, quindi cercherò di mantenere questa tradizione anche in MotoGP. So che avremmo potuto fare meglio in Qatar, quindi spero in un ulteriore miglioramento qui in Texas."

MotoGP Qatar 2015 - Prove Libere 3

  • shares
  • Mail