SBK 2015, Barrier spiega il divorzio da BMW: "Volevano isolarmi"

Superbike 2015 - Il francese parla a ruota libera dell'improvvisa separazione dal team BMW Motorrad Italia SBK: "Da quando hanno sostituito Andrea Buzzoni, non ho più avuto lo stesso supporto..."

2015 barrier bmw

Questo fine settimana, il francese Sylvain Barrier non sarà in pista ad Aragon con la S1000RR del team BMW Motorrad Italia SBK, con la quale aveva preso parte ai primi due rounds del Mondiale SBK 2015.

Come annunciato solo poche ore fa, il pilota transalpino è stato infatti rimpiazzato con effetto immediato da Ayrton Badovini (reduce dal naufragio del team BMW JR Racing), ponendo così la parola fine al suo rapporto con la casa bavarese che hanno fruttato due titoli nella Superstock 1000.

SBK 2015 - Sylvain Barrier - BMW S1000RR

Dopo aver saltato metà della scorsa annata per infortunio, Barrier riponeva grandi speranze di riscatto nella stagione 2015, ma quest'anno la sua relazione con il team sarebbe stata molto problematica sin dal principio. Parlando del suo divorzio dalla casa bavarese con il francese MotoRevue, il 26enne di Oyonnax ha così spiegato il suo difficile inizio di stagione:

"Sono caduto bruscamente tre volte a Phillip Island e mi sono detto che sarebbe stato inutile rifarsi ancora male come l'anno scorso. Avevo accusato il colpo. Mi aspettavo di stare meglio in Tailandia e in prova ho potuto lottare per l'ottavo posto, ma in gara non ho trovato alcun feeling con le gomme e così non ho forzato per non rischiare, ma la squadra non è stata contenta. Quindi ho pensato che forse le cose sarebbero andate meglio una volta tornati in Europa."

SBK 2015 - Sylvain Barrier - BMW S1000RR

Tuttavia, dopo le due gare del round della Tailandia (chiuse rispettivamente con un 14° e un 13° posto), Barrier aveva notato un certo cambio di atteggiamento nei suoi confronti da parte della squadra:

"Il feedback dai meccanici non è stato tenero nei miei confronti. Si dice che il posto migliore che potrebbe conquistare la moto di quest'anno è l'ottavo, ma questo non è affatto il mio obiettivo. Parlando con James (Toseland) e il mio manager, siamo arrivati alla decisione di smettere, e poi abbiamo cercato l'accordo con la squadra su alcune clausole per arrivare alla separazione."

SBK 2015 - Sylvain Barrier - BMW S1000RR

Il divorzio dalla casa bavarese, almeno per Barrier, non è stato quindi un 'fulmine a ciel sereno'. Il francese, anzi, individua ancora più a monte le origini delle ultime incomprensioni con la squadra:

"Da quando i vertici BMW hanno sostituito Andrea Buzzoni come direttore, non ho più avuto lo stesso genere di supporto che avevo prima. Volevano isolarmi in pista mentre invece io ho un carattere molto aperto. E le cose hanno smesso di funzionare. Era inutile continuare per fare un brutto anno, abbiamo preferito fermarci qui."

SBK 2015 - Sylvain Barrier - BMW S1000RR

  • shares
  • Mail