MotoGP Brno, Qualifiche: la “nona” di Marquez! Exploit Ducati con Dovizioso e Iannone in prima fila. Rossi si difende dopo la caduta in FP4

Cade a Brno nelle FP4 Valentino Rossi e la MotoGP, con tutto l’ambaradan che si porta appresso, trattiene il respiro, come se nel motomondiale un volo non sia un fatto di ordinaria amministrazione.

MotoGP Brno 2014 - Gallery Qualifiche

Certo, Rossi è Rossi, ma non è una caduta così – con una brutta strofinata al mignolo della mano sinistra - che incide nel fisico e nel morale di un pilota qual è il “Dottore”; caso mai serve ai “soliti noti” per sgomitare e magari, dopo, farsi un selfie scrivendo sui social network: “con il mio amico Vale che ha visto la morte negli occhi”.

Non scherziamo. Lo diciamo subito, senza temere rimbrotti: la notizia non è la scivolata di Valentino Rossi nelle FP4 come gran parte dei media ha rimarcato, bensì la pole position – l’ennesima! – di Marc Marquez (1’55.585), protagonista assoluto anche di queste prove, sia sull’asciutto che sul bagnato.

Il colpaccio che tutti cercano, cioè interrompere la fila dorata delle sonanti vittorie consecutive (fin qui dieci su dieci …) di Marc Marquez è di là da venire. Dominio Honda? Meglio dire, dominio Marquez! Dopo quella dello spagnolo campione del mondo troviamo la moto dell’Ala dorata di Dani Pedrosa, quinto tempo (+0.227) – seconda fila per domani - e poi quella di Bradl, ottavo tempo (+0.286). Chiaro?

Quindi, dando a Cesare quel che va dato a Cesare, cioè il dovuto plauso a Marquez, non si può non prendere atto positivamente dell’exploit della Ducati, addirittura con due moto in prima fila: Dovizioso secondo tempo (+0.129) e Iannone terzo (+0.141) pur con l’aiutino finale della scia della Honda di Marquez.

Una ipoteca per il podio di domani? Adesso tocca ai piloti tirar fuori …l’impossibile, sfruttando l'occasione.

L’altra notizia riguarda la Yamaha, solo quarta con la “privat” di Smith (+0.145), e solo-solo, sesta e settima, con Lorenzo (+0.230) visibilmente insoddisfatto della sua seconda M1 e Rossi (+0.236), sempre pronto a buttarsi domani, allo start, con la sua proverbiale baionetta, in cerca del miracolo.

Come si evince dalla tabella dei tempi, qui i distacchi sono insignificanti: 10 piloti nel fazzoletto di mezzo secondo! Tutto può quindi accadere. Ma, solo per i due gradini del podio sotto il gradino più alto. Perché il primo posto è prenotato.

Gara da non perdere, show assicurato.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: