MotoGP: Stoner e Lorenzo dicono definitivamente no a Motegi

Jorge Lorenzo e Casey Stoner confermano che non andranno a Motegi


Nel weekend del Sachsenring i piloti hanno avuto modo di parlare ancora una volta di Motegi. Con le ultime decisioni della Dorna, che vuole a tutti i costi portare i piloti sulla pista giapponese a due passi da Fukushima, si attende solamente la decisione di tutti i piloti schierati nelle varie categorie, con ovviamente al comando i rider della MotoGP.

Più volte Jorge Lorenzo si era detto contrario alla trasferta nelle zone a rischio contaminazione, e molti (praticamente tutti) gli hanno fatto eco rimarcando la scarsa propensione al viaggio nel Sol Levante. Durante il weekend appena trascorso Casey Stoner ha definitivamente detto NO al trasferimento in Giappone: “non ci andrò, questa è la mia decisione. C’è voluto un po’ prima che mi decidessi a prendere posizione ma ormai l’ho presa e non ci andrò. Molti piloti sono delle mia opinione. Ora spetta gli organizzatori decidere cosa fare”.

Ovviamente Jorge Lorenzo aggiunge: “la mia decisione è stata presa tanto tempo fa e non cambia. Ora non intervengo perchè ho già deciso fin dall’inizio di non andare.” In pratica sono loro i promotori del “rimaniamo a casa” e alcuni giornalisti hanno criticato la loro sbandierata solidarietà con gli adesivi contraddittoria visto quest’ultima decisione.

Stoner ha replicato: “non penso che sia una contraddizione, supportare e non andare in quei luoghi non è la stessa cosa. C’è qualcosa che sta succedendo li e noi non possiamo far altro che aspettare. Capiamo bene la situazione e siamo vicini alle persone spaventate che non possono lasciare il proprio paese. La vita va avanti e se qualcosa del genere fosse accaduto in Australia, a casa mia, non ci andrei comunque, è lo stesso principio. Ripeto, il fatto che noi non ci recheremo li non vuol dire che non stiamo supportando la popolazione”

Così anche Jorge dice la sua: “Penso che andare in Giappone non cambi assolutamente le cose. Io adoro quel paese e i giapponesi, mi piace molto anche correre a Motegi. Sono spagnolo e se qualcosa del genere dovesse accadere in Spagna non ci andrei comunque. Se possiamo aiutare il Giappone in altro modo lo farei volentieri, ma andare li non è un grande supporto”

I Video di Motoblog