Motocross: il Team HRC pronto a partire per il Mondiale 2014

Bobryshev e Nagl in sella alle CRF del Team Honda HRC sono pronti ad affrontare la stagione MX-GP 2014 che partirà la prossima settimana con la gara notturna in Qatar.

I piloti ci sono, le moto pure e la voglia di star davanti di certo non manca ai due piloti del Team HRC che si preparano ad affrontare la stagione 2014 del Mondiale MX-Gp (ex MX1) in sella alle loro Honda CRF 450R 2014. Bobryshev e Nagl, due nomi che non hanno bisogno di presentazioni, attendono con ansia l'inizio del campionato che calerà il primo cancelletto della stagione in Qatar con la tradizionale gara in notturna, atmosfera condivisa anche dai "fratelli" della MotoGP.

Borbyshev è molto motivato. La sua prima volta sulla sabbia del Qatar gli ha assicurato il quinto posto assoluto, e il pilota russo adesso vuole fare di meglio. Si è allenato a lungo in questi mesi, mirando principalmente a mantenere la concentrazione per evitare errori che potrebbero costargli preziosi punti in campionato, perché Evgeny è un pilota che di talento ne ha, e pure tanto!

Compagno di squadra, ma pur sempre avversario, il tedesco Max Nagl. Maximilian è uno dei pochi che nelle passate stagioni ha dato del filo da torcere a Tony Cairoli, e di certo vorrà continuare ad inseguire il sette volte Campione del Mondo per soffiargli il gradino più alto del podio!

Evgeny Bobryshev

"Mi piace molto la pista del Qatar e il suo tracciato. Il terreno è buono ed è molto divertente correre lì. Sono molto impaziente di arrivare alla prima gara perché tutti vogliono vedere il livello che hanno raggiunto gli altri e il Qatar è la prima occasione disponibile! Bisogna però prima abituarsi al caldo del deserto e poi affrontare la gara che sarà sicuramente durissima! Dopo due mesi di duro allenamento abbiamo ottenuto un buon feeling con tutto il Team HRC!"

Max Nagl

"I test sono andati benissimo, abbiamo migliorato ogni settimana, quindi sono davvero carico per la stagione, è l'ora di andare in Qatar. L'anno scorso ero sotto i riflettori, è stata una bella esperienza, ma è stata anche dura a causa dell'intossicazione alimentare che mi ha tenuto lontano dalla moto. Per la nuova stagione ho preso le dovute precauzioni, mi sento pronto e la squadra ha lavorato benissimo. Non vedo l'ora di essere in gara!"

  • shares
  • Mail