Il pilota Tommy Aquino deceduto in un incidente

Il centauro americano, specialista dell'asfalto e l'anno scorso in BSB, è scomparso in seguito a una collisione con un altro pilota mentre si allenava facendo Motocross in California.

aquino 01

Il pilota americano Tommy Aquino - specialista della velocità con esperienza nelle serie AMA e BSB - ha perso la vita ieri in un incidente durante una sessione di allenamento in motocross sul tracciato del Piru Ranch MX di Piru, in California. Aveva 21 anni.

I dettagli sulla dinamica dei fatti sono al momento piuttosto vaghi, ma secondo quanto riportato dagli organi di stampa americani, Aquino sarebbe rimasto coinvolto in un incidente con un'altra moto, morendo sul colpo, mentre l'altro pilota coinvolto (le cui generalità sono state tenute riservate dalle autorità) sarebbe stato trasportato in elicottero in un vicino ospedale con delle lesioni giudicate 'gravi', ma che non lo metterebbero in pericolo di vita.

Aquino aveva iniziato la sua carriera da professionista nel circuito dell'AMA Road Racing all'età di 16 anni, nel 2008. Ha militato nell'AMA Pro per cinque stagioni - quasi sempre con Yamaha - la migliore delle quali è stata quella 2011, quando conquistò una vittoria nella classe Daytona SportBike chidendo al terzo posto in campionato. Quattro lo pole positions conquistate in carriera nella sttessa classe.

Nel 2013 Aquino era poi venuto a correre in Europa, gareggiando nella classe Superstock 1000 della British Superbike per il Team WD-40, con il quale ha vinto una gara, è salito tre volte sul podio e ha chiuso al settimo posto in campionato. Sarebbe dovuto rimanere con loro anche nella stagione 2014. Aquino lascia il padre Tom, la madre Carrie ed il fratello minore Michael, a cui vanno le nostre più sentite condoglianze.

  • shares
  • Mail