Roma, motocicli euro 1: possono circolare fino al 31 marzo 2014

Salvi i 90.000 possessori romani di veicoli a due ruote euro 1. L’amministrazione capitolina ha scelto di far circolare i mezzi fino al 31 marzo 2014.

Il Comune di Roma ha accolto la richiesta, avanzata nei giorni scorsi da Confindustria ANCMA e dalla F.M.I. (Federazione Motociclistica Italiana), di concedere un'ulteriore proroga ai 90.000 cittadini romani possessori di un motociclo Euro 1. Già lo scorso anno ANCMA e FMI avevano ottenuto dall'Assessorato all'Ambiente uno slittamento di un anno del divieto di circolazione dei veicoli Euro 1, a condizione che disponessero di una motorizzazione 4 tempi.

Secondo la memoria di Giunta, resa pubblica ieri dall'Amministrazione di Roma, vengono concessi altri cinque mesi ai possessori di motocicli e scooter per passare a motorizzazioni Euro 2, con la nuova scadenza che viene fissata al 31 marzo 2014. La principale novità consiste nel fatto che l'amministrazione comunale si impegna a trovare, di concerto con la Regione Lazio, i fondi necessari ad incentivare il ricambio del parco circolante.

Si tratta di un importante risultato, che tiene conto della difficile congiuntura economica del nostro paese. Fondamentale, inoltre, la consapevolezza che il contributo all'inquinamento ambientale, prodotto da scooter e moto, è irrilevante e che le due ruote rappresentano la mobilità sostenibile. Nell'esprimere soddisfazione per la decisione, ANCMA e FMI - conclude la nota - ringraziano l'Assessorato all'Ambiente e l'Assessorato ai Trasporti del Comune di Roma per avere instaurato un dialogo costruttivo con le rappresentanze di settore e si rendono fin da subito disponibili a confrontarsi con l'Amministrazione capitolina per concertare futuri sviluppi.

Dichiarazioni a parte rimane il problema. Perchè dire che "vengono concessi altri cinque mesi ai possessori di motocicli e scooter per passare a motorizzazioni Euro 2" è si un passo avanti, ma nemmeno più di tanto. Non vogliamo certo polemizzare sulle cause principali di inquinamento (se il tema vi incuriosisce vi consigliamo di farvi un giretto su ecoblog.it) ma ora vogliamo vedere cosa succederà dopo il 31 marzo prossimo. E sopratutto attendiamo di capire come e dove il Comune di Roma e la Regione Lazio troveranno i fondi necessari ad incentivare il ricambio del parco circolante motocicli. Visti i tempi che corrono gli incentivi potrebbero non bastare... cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail