2a Rievocazione storica del Circuito di Ospedaletti

Rievocazione storica del Circuito di Ospedaletti

Si svolgerà nei giorni 10-11-12 settembre prossimi la 2a Rievocazione Storica del Circuito di Ospedaletti. Alla manifestazione parteciperanno 300 moto costruite entro il 1972, data dell’ultimo Gran Trofeo Motociclistico. Ospedaletti grazie alla passione e all’impegno del Comune, rievoca i fasti di un passato che ha visto il suo Circuito ospitare i più grandi Campioni delle due e delle quattro ruote dal 1926 al 1972.

Molto importante la presenza dei campioni che ben conoscono le difficoltà del circuito ligure saranno presenti oltre ad Agostini, Ballestrieri, Lazzarini, Bonera, Gallina, Fosco e Mirko Giansanti, Grassetti, Lucchinelli, Venturi e sono inoltre attesi Uncini e tra i piloti stranieri Cesar Gracia Samper e Joacquin Rovira Pastor, Peter Balaz, Daniel Crivello e altri.

Sul circuito di Ospedaletti, che misura 3380 metri, uno dei più impegnativi anelli cittadini, torneranno a girare gioielli quali MV Agusta, Aermacchi, Benelli, Bianchi, Bultaco, Ducati, Gilera, Guzzi, Kreidler, Yamaha, Honda, Laverda, Minarelli, Mondial, Morbidelli, Morini, Motobi, Norton, Nougier, Ossa, Parilla, Patton, Rumi e altre.ù

Rievocazione storica del Circuito di Ospedaletti
Rievocazione storica del Circuito di Ospedaletti

Il Programma prevede:
venerdì 10 settembre: eventi collaterali e mostra fotografica.
Ore 21.00: Auditorium Comunale incontro con Giacomo Agostini 15 volte Campione del Mondo presentazione del libro “Quindici volte” di Giacomo Agostini e Luca delli Carri – Editore Fucina-

sabato 11 settembre: verifiche tecniche e punzonatura sulla Passeggiata adiacente al circuito - esposizione delle moto-Ore 17.30 Auditorium Comunale talk show con i Campioni - Consegna del Premio Roberto Patrignani – a seguire cena di gala e inizio della “Notte dei Motori”

domenica 12 settembre: mattino 9.30 -12.45 e al pomeriggio 14.00 – 18.00 – Rievocazione del Circuito di Ospedaletti con 8 batterie di moto da competizione e storiche in circuito
nel pomeriggio a conclusione delle batterie: la Parata dei Campioni.

L’ASI ha dato il suo fattivo contributo all’organizzazione della Rievocazione con la collaborazione dei suoi Club Federati: Ruote d’Epoca Riviera dei Fiori, Veteran Car Club Ligure e il Velocifero, hanno inoltre partecipato e i Club Valle Argentina, Gentlemen MC Bordighera, MC Bustese e altri.

Storia

Dunque all’inizio nel 1926 a Ospedaletti furono protagoniste le auto, con una competizione di regolarità, per poi dare vita, nel ’37, al primo Circuito di Sanremo, con quelle che allora erano le formula 1, con alla partenza piloti del calibro di Villoresi e Varzi, che fu il vincitore. La parentesi della guerra fa slittare il ritorno alle gare al 1947, con la denominazione di Gran Premio Sanremo.

I Gran Premi automobilistici continuarono sino al 1951 con una presenza impressionante di piloti celeberrimi come Villoresi, Ascari, Farina, Fangio, Sommer, Chiron, Bira, Bonetto, Bracco, Gonzales, Moss, Rosier ecc.
Vincono per due volte Ascari ( Maserati - Ferrari ) e Fangio ( Maserati- Alfa Romeo), con medie sul giro che superano abbondantemente i 100 km/h.

Per le sue caratteristiche di circuito cittadino, la collocazione geografica e temporale di prima gara della stagione, il Circuito di Ospedaletti ha costituito per i Costruttori un banco di prova molto probante per il successivo Gran Premio di Monaco.

Intanto nel 1947, una settimana dopo il Gran Premio, corrono anche le moto con le classi 250 e 500 e anche qui si comincia alla grande, partecipano infatti piloti famosi quali Francisci, Milani, Bandirola, Lorenzetti, Pagani ecc. Nel 1948 il Gran Trofeo Motociclistico si sposta in luglio e si aggiungono altri nomi famosi quali Ruffo e Masetti. Nel 1950 un altro nome famoso quello di Jean Behra poi grande pilota di Formula1.

Dal 1953 aumentano le classi di cilindrata e si affacciano nuovi campioni, Ubbiali, Venturi e Liberati. Nel 1961 un giovane Giacomo Agostini corre nella categoria 175 cadetti e finisce terzo su Morini dietro a Roberto Gallina! Sempre nel 1961 Provini, Grassetti e Patrignani esordiscono sul circuito ligure. Nel ’62 Agostini vince in 175 sempre su Morini, davanti ad Amilcare Balestreri che diventerà poi un grande pilota di rally.

Ma ci sono stati anche gli stranieri attirati dalle curve di Ospedaletti quali Taveri e Redman e un sorprendente Jean Pierre Beltoise, che poi passerà alla F1. Nel 1964 Agostini vince nella 250 sempre con la Morini e nel 65’ si afferma in 500 con la sua MV davanti a Mandolini e Pasolini.

Il Gran Trofeo Motociclistico si svolse per l’ultima volta il 13 ottobre 1972 con le vittorie di De Vries (Kridler 50) Mortimer (Yamaha 125) Pasolini (Aermacchi 250 ) e Agostini (MV 350 e 500). Nella classifica dei plurivincitori a Ospedaletti, sembra ovvio, domina Agostini, con 10 vittorie di classe, seguito dallo svizzero Taveri con 5 e Parlotti e Provini con 4. Scorrendo questo classifiche tra i piloti che hanno fatto la storia, quasi tutti almeno una volta, hanno corso e vinto al “ Sanremo”.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: