MotoGP, Rossi felice a metà: "Per fortuna ho battuto Bautista, ma ho sbagliato gomme."

Valentino Rossi conquista il 146 podio della sua carriera, il quinto della sua stagione in una gara combattuta dall’inizio alla fine, ma il pesarese ammette che parecchi elementi sono da migliorare.

MotoGP Aragon 2013 - Gara

Certo, l'acuto di Assen dello scorso giugno rimane un episodio isolato, ma Valentino Rossi si è potuto levare una bella soddisfazione, salire sul podio ad Aragon per la prima volta in carriera e sebbene fosse il gradino più basso è stato il giusto premo di un week end di grande impegno, che lascia un minimo di amarezza nei suoi tifosi viste le ottime premesse, ma fa ben sperare per il futuro. Bella la lotta con Alvaro Bautista, che ha regalato ulteriori emozioni a un Gran Premio movimentato dalla (eccessiva?) irruenza di Marc Marquez.

Dopo il GP il pesarese ha così commentato la situazione, ammettendo anche un errore di valutazione nella scelta degli pneumatici:

"Il terzo posto è positivo, è bello essere sul podio. Mi aspettavo di essere un po' più veloce dopo il warm up della mattinata, dove ero andato molto bene. Ho deciso per la mescola dura all'anteriore, mentre Marc e Jorge hanno scelto la morbida e penso che la loro sia stata una decisione migliore e questo mi ha rallentato. Alla fine la terza posizione."

Se Rossi, che non ha praticamente mai avuto mire mondiali durante la stagione, può guardare con soddisfazione al proprio risultato al Motorland (nonostante i quasi 13 secondi di distacco da Marquez e gli oltre 11 dal compagno di team), Jorge Lorenzo, secondo, non nasconde la propria delusione. In questo momento, stare dietro a Marquez significa ridurre al lumicino le speranze di vincere il titolo e ora, a quattro GP dalla fine i punti da recuperare diventano 39.

Il majorquino non si arrenderà fino alla fine, ma ammette che ora diventa molto difficile:

"La mia tattica era di partire bene e aprire un varco come ho fatto nelle ultime gare, ma Marc è stato semplicemente più veloce. Quando mi ha preso ho provato a chiudergli la porta, ma poi mi ha passato e ha provato ad andare via. Ho fatto del mio meglio per riprenderlo ma è stato impossibile. Era più veloce di me, non ci sono scuse. Dobbiamo congratuarci con lui e concentrarci sulla prossima gara. Il campionato è più difficile ora che prima della gara ma dobbiamo lottare fino all'ultimo. Cercherò di vincere quante più gare possibile."

MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara
MotoGP Aragon 2013 - Gara

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: