Moto3 CIV Mugello, l’indiana Mahindra “tricolore” con Locatelli. Doppietta Honda con Coletti. L’italiana Oral da … record

Round nove e round dieci del CIV Moto3 sabato e domenica all’autodromo del Mugello caratterizzati da due gare al cardiopalma con due volatoni finali fra un nugolo di giovanissimi piloti appaiati sulla linea del fotofinish.

Uno spettacolo d’altri tempi, di alto livello tecnico-agonistico, con una doppietta della volpe delle volate Michael Coletti (Honda), con il tosto Andrea Locatelli (Mahindra) neo campione d’Italia a danno di Luca Marini, sfortunato fratellino di Valentino Rossi, out per guai tecnici.

Ma la novità è un’altra e riporta alla ribalta un nome italiano, quello della ORAL, l’engineering modenese fondata e guidata da personaggi che hanno fatto la storia del motociclismo e dell’automobilismo italiano e internazionale.

Stavolta, infatti, fra il plotone delle Honda (alcune di caratura “mondiale”) e le Mahindra ufficiali si sono inserite le “rosse” monocilindriche dell’ORAL CRUCIANI TEAM in lotta per la vittoria con i due giovanissimi Fabio Di Giannantonio (15enne romano già tricolore della PreGP 250) e Lorenzo Dalla Porta (16enne toscano già tricolore della 125 GP).

La performance delle nuove ORAL, a un soffio dal trionfo, per la prima volta a questo eccellente livello di competitività, capace di tenere a bada moto ben più “rodate” e blasonate, riporta nuovo interesse tecnico nella categoria dominata da moto austriache, indiane e nipponiche, a dimostrazione che l’eccellenza italiana non è solo un ricordo nei libri d’oro ma una realtà con la quale misurarsi.

Dopo l’exploit di sabato nel nono round del CIV (secondo classificato a 4 millesimi dal vincitore Coletti), il “leoncino” capitolino FABIO DI GIANNANTONIO anche nel successivo decimo round ha guidato magistralmente l’inedita monocilindrica modenese e si è ripetuto con una prestazione maiuscola: quinto a 45 millesimi in un altro volatone mozzafiato con sei piloti, miglior tempo sul giro e record della pista di categoria: 1’59.948!

Un tempo straordinario al secondo passaggio, di grande valore tecnico e agonistico: basti pensare che lo scorso giugno nelle Qualifiche della gara mondiale del Mugello il neo campione italiano della Moto3, Locatelli (Mahindra ufficiale) fece il suo miglior tempo in 2’00.103 e il portacolori del Team Italia, Fenati (Honda ufficiale) girò in 2’00.048 con motori dal limitatore di giri differente (14.000 giri nel mondiale contro 13.500 nel CIV) .

Il quindicenne romano ha dimostrato in pista di poter lottare alla pari con piloti ben più esperti e blasonati e la ORAL e il TEAM CRUCIANI di aver sviluppato in poco tempo un motore e un mezzo al più alto livello di competitività, pari alle moto dei colossi industriali mondiali. Peccato per l’altro portacolori dell’ORAL CRUCIANI TEAM, LORENZO DALLA PORTA, - sabato protagonista a un filo dal vincitore - per oltre metà gara a ridosso del gruppo di testa, alla fine ottavo, ingabbiato nel secondo gruppetto dopo una partenza difficile, e impossibilitato ad agguantare i primi.

Insomma, musica nuova, musica italiana, dopo gli assoli ripetuti dei refrein giapponesi (Honda), austriaci (Ktm), indiani/elvetici (Mahindra). Il bel “segnale” all’autodromo toscano premia il gran lavoro della Casa italiana riportando il sorriso al direttore generale Franco Antoniazzi e al team manager Oliviero Cruciani, direttore di una orchestra ben accordata, capaci di fare questo … miracolo.

Altro dato importante: le moto di Di Giannantonio e Dalla Porta montano i nuovi pneumatici PIRELLI, promossi a pieni voti in questa difficile prova. ORAL e PIRELLI hanno siglato una significativa partnership tecnico-agonistica per sviluppare questo progetto, un tassello di buon auspicio per il Made in Italy.

Va ricordato il supporto del colosso asiatico KYMCO, non solo sponsor di rilievo e per la prima volta nelle corse da Gran Premio, ma anche partner ORAL nella progettazione e nello sviluppo di propulsori di serie.

Fra pochi giorni test a Magione con la inedita moto guidata dall’esperto emiliano Riccardo Moretti, poi la trasferta con Di Giannantonio e Dalla porta ad Albacete del 4-5 ottobre per il campionato europeo in prova unica, debutto internazionale, una “prima” continentale anche per la Pirelli.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: